mercoledì 6 novembre 2013

London, giorno 0 di X

Manca circa un'ora al mio arrivo a Londra e quello strano mix di sensazioni di malinconia, tristezza, emozione, felicità, non vuole ancora passarmi. La mia vita è attualmente stivata in due valigie sotto il mio fondoschiena e pesa in totale 46 chili. 
È il mio primo aereo di sola andata. Nei miei viaggi senza ritorno ho sempre viaggiato in nave e la mia moto mi ha sempre seguito. Nel 2006 partii da Palermo alla volta di Valencia, nel 2008 lasciai di nuovo Palermo per Milano, entrambe le volte il mio addio iniziava a poppa e la solitudine durava almeno 20 ore. 
Ho passato la mia ultima serata italiana a mangiare carne di cavallo e bere birra. Con me mio fratello, coinquilino perfetto, e la sua ragazza, il mio socio ed amico ormai da anni Saverio, e Fabio, con cui è nata un'ottima amicizia e unico presente quel venerdì 17 maggio in cui, alle Colonne, comprai il biglietto per l'aereo su cui sono adesso.
Qualche ora prima capivo invece che ci sono persone che mi mancheranno davvero tanto e con cui, a volte, si è più vicini prendendo un aereo da Londra che un treno da Milano. Capivo, ancora una volta, che gli addii e le distanze ti fanno apprezzare di più quello che fino a qualche momento prima odiavi e disprezzavi. Capivo che mi sarebbe piaciuto salutare più persone, che forse avrei dovuto organizzare una vera fiesta de despedida come durante i bei tempi spagnoli.
Molti mi chiedono se ho già trovato lavoro e rimangono stupiti quando rispondo che vado a Londra a cercare di far decollare quello che posso già definire il progetto della mia vita, e per questo non ho intenzione di lavorare subito, almeno non ad un lavoro di quelli che ti portano via una giornata intera e che non ti lasciano il tempo di respirare e vivere la tua vita e i tuoi progetti.
Molti invidiano il mio coraggio, altri mi prendono per pazzo. Se lo sono davvero non lo so, ma quel poco di incoscienza e il maledetto ottimismo giocano senza dubbio una buona parte.
Cari amici miei, a presto.

Colonna sonora: Goodbye kiss - Kasabian


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

Nessun commento: