venerdì 31 agosto 2012

Come funziona Twitter agli occhi di uno sconosciuto

Il primo pensiero su Twitter di chi non lo ha mai utilizzato? 
Credo sia qualcosa tipo "E' come Facebook, ma posso scrivere solo il mio stato. Per lo più in soli 140 caratteri. Perchè dovrei usarlo?"
E devo ammettere che è quello che ho sempre pensato, prima di cominciare a capire come funziona realmente questo mondo: un mondo immenso dalle potenzialità forse maggiori di quelle di Facebook.
Ho cominciato ad usare Twitter per seguire un utente che quotidianalmente pubblica dei link che mi interessano. Seguirlo è stato semplice. E' bastato cercarlo e cliccare su Segui. Da quel momento ogni suo aggiornamento mi appariva nella mia bacheca. E io ero felice.
La seconda scoperta è stata quella delle Breaking News, ossia delle notizie in tempo reale da tutto il mondo. 
Mi sono sempre chiesto perchè Twitter sia diventato così famoso da essere citato anche nei telegiornali nazionali durante notizie non del tutto felici: beh, basta fare una ricerca su una singola parola e notare i risultati in tempo reale scritti da persone di tutto il mondo. Qui le notizie viaggiano davero in real time. E se succede qualcosa, saranno proprio gli utenti di questo Social Network a saperlo per primi. Così ho iniziato a seguire chi parlava di Milano, di Palermo, di Cinema e Sport.
A questo punto devo dire che la mia passione per Twitter stava crescendo. Scrivevo post che non leggeva nessuno, perchè all'inizio i tuoi Follower sono essenzialmente i tuoi amici, che hai su Facebook e che sono registrati a Twitter ma non lo usano. Perchè dovrebbero usarlo infondo? Scrivono già su Facebook!
Scopro allora i Twitter Trends, cioè le etichette dei twitter che sono più utilizzate in un determinato momento e caratterizzate dal simbolo #, e qui incontro la seconda realtà, quella che meno mi piace di twitter: l'attuale moda tra i teenagers di avere il maggior numero di followers possibile e twittare essenzialmente di Justin Bieber, promettendo di non staccarsi mai dal pc finchè questo ragazzino cantante non lo segua.
In più, per aumentare la propria notorietà comincio a leggere continuamente frasi del tipo Seguimi e ti seguo, Seguimi, ti seguo e ti voto il profilo, se mi segui ti associo un colore o un personaggio famoso, seguimi e vinci un palloncino, seguimi e diventi ricco, ed anche in inglese tipo Retweet for a shoutout.
Ciò nonostante, grazie a questi imparo che è possibile mandare messaggi rivolti direttamente ad un utente, utilizzando la @, ed anche messaggi privati, se due utenti si seguono a vicenda.
Capisco quindi l'utilità della chiocciola, che qui non è una email, e l'utilizzo del carattere #, che il mio professore chiamava "cratella" e che ha finalmente avuto, anche lui, la sua importanza nella tastiera. Chissà quando arriverà il momento del §.
Scopro le TwitCam: essenzialmente un sito in cui accendi la webcam e tramite twitter cominci a twittare con chi ti sta guardando. Qui chi vuole può parlare rispondendo alle domande che riceve.
C'è anche Ask punto qualcosa, in cui rispondi a qualsiasi domanda ti venga proposta. Ma questo non l'ho voluto provare. 
Ho passato anche il momento degli hashtag più comuni tipo #cagatemi, utilizzato da chi non sa con chi parlare e cerca qualuno con cui twittare, o #sapevatelo, ancora in voga.
A poco a poco ho cominciato a defolloware (non seguire più) le persone che meno mi interessavano, e seguire quelle che twittano cose per me più interessanti, video istruttivi e frasi divertenti.
Comincio a capire il linguaggio di questo social network, pieno di hashtag inizialmente incomprensibili di cui sotto vi riporto un piccolo glossario.
Il mio nome @schiticchio attualmente avrà sicuramente pochi followers, ma forse sono i migliori.

Piccolo Glossario di Twitter
Vi capiterà di leggere RT, abbreviazione di ReTweet, situato davanti al testo ritwittato manualmente dagli utenti, o quando questi vogliono che venga retwittato. Cioè tu leggi una cosa di una persona che segui, ti piace e la retwitti per farla visualizzare a tutti quelli che ti seguono.
TT sono i Trending Topic, cioè i temi più in voga del momento. Se sta giocando l'inter, sicuramente troverete tra i TT qualcosa come #Inter, #amala. Significa che sono gli hashtag, o etichette in italiano, più utilizzati in quel momento.
DM sta per messaggio diretto, TC per TwitCam, MM per MondayMusic, musica raccomandata il lunedì, OH significa OverHeard in inglese, ossia sentito dire o origliato. Spesso usato nei tweet come un modo divertente per raccontare qualcosa sentito in giro.
FF sta per Follow Friday: gli utenti di twitter spesso suggeriscono altri utenti da seguire i venerdì usando questa etichetta.
Ce ne saranno tanti altri. Ma per me è ancora presto. O forse troppo tardi.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

Nessun commento: