martedì 22 febbraio 2011

Facebook ci dice anche quando ci lasciamo

Secondo Facebook, o meglio secondo David McCandless che ha analizzato migliaia di status su facebook che riportavano la parola "rotto" e "rottura", ci sono determinati periodi in cui è più facile che una coppia si lasci. E così saltano fuori i periodi in cui va "di moda" lasciarsi: due settimane prima di Natale e ad inizio primavera. Ma anche qualche giorno dopo San Valentino e spesso i lunedì di Aprile e Maggio... chissà perchè...

Qui il link all'articolo originale tratto da Repubblica.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 17 febbraio 2011

Filastrocche e vecchi vecchi giochi

L'altra volta mi vennero in mente alcuni giochi che si facevano circa 10 anni fa, se non di più. Quelli che si facevano a scuola o sotto casa. Le varie penitenze del gioco della bottiglia, il carrarmato o il bacio o "io vengo dal Perù fammi quello che vuoi tu". O anche quelli che si facevano in casa, tipo l'uomo nero, in cui toccare tutto e tutti al buio era permesso. O il classico Nascondino o il Guardie e Ladri. Ore e ore passate la sera dopo intere giornate passate a giocare a pallone o a pallavolo a volte distruggendo lampioni, macchine e garages. Ricordo anche il gioco dei mimi o un due tre stella o la patata bollente. O il gioco dello schiaffo o ancora peggio dello schiaffo sempre più forte sulla mano ad eliminazione ad oltranza in cui perde chi con la mano rosso fuoco si ritira soffrendo. Per non parlare dello squash, degli allenamenti atletici prima del partitone contro un altro condominio e delle gite nell'indiana. Dei baci cronometrati per vedere chi dura di più in apnea e delle partite a porta romana. Fra le tante cose mi vennero in mente qualche filastrocca per vedere chi doveva iniziare o chi stava sotto.

Ambarabà Ciccì Coccò
tre civette sul comò
che facevano l'amore
con la figlia del dottore.
Il dottore si ammalò
Ambarabà Ciccì Coccò

Sotto il ponte di Baracca
c'è Mimì che fa la cacca.
La fa dura, dura, dura,
il dottore la misura.
La misura trentatrè
uno, due e tre.
uno, due e tre.

A mele mu
a mele mele mu, 
esci tu! 
esci tu!

La bella lavandaia che lava i fazzoletti
per i poveretti della città.

Fai un salto, fanne un altro,
fai la giravolta, falla un'altra volta,
fai la riverenza, fai la penitenza
guarda in su guarda in giù
dai un bacio a chi vuoi tu.

Consiglio questo sito in cui trovare Filastrocche da tutto il mondo, Ninne Nanne, Detti e Proverbi, e tantissimo altro.. http://www.filastrocche.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...