sabato 31 dicembre 2011

Buon 2012

Auguro a tutti un felicissimo 2012 con questa fantastica anteprima: un nuovo Mash Up del mio carissimo amico Dj Tropea dove ascolterete tutte le più belle canzoni del 2011 in soli 4 minuti.
Buon annno!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 27 novembre 2011

italia cosa succede se link al video di Maurizio Mazziero

Ultimamente sto studiando un po' di economia finanziaria e sto cominciando a capire quello che succede in Italia e in Europa. Non voglio dire "cose brutte", ma sicuramente non belle. Spesso la televisione e i politici non dicono (oppure spiegano male) dei concetti che dovrebbero essere conosciuti da tutti e che farebbero capire qualcosa di più alla gente su come stanno effettivamente le cose. Dell'ormai famoso Spread, di cui fino a qualche mese fa nessuno ne sapeva l'esistenza, se ne sente parlare ormai quotidianamente. E lo stesso del debito pubblico e del deficit, spesso confusi o scambiati per la stessa cosa.
Il link al video che vi riporto sotto è la registrazione di una videoconferenza di Maurizio Mazziero, analista finanziario indipendente, che è attualmente il mio professore ai corsi di analisi tecnica che frequento gratuitamente alla sede di IwBank. Sebbene sia un poco lungo, vale la pena di vederlo perché spiega senza secondi fini quello che sta succedendo in Italia e in Europa e mette alla luce dei possibili scenari in caso di default dell'Italia o di altri Stati europei. Spiega anche in maniera chiarissima cosa è e da cosa deriva il debito pubblico, il PIL e giustifica la necessità fondamentale della crescita di un Paese.
Riporto gli argomenti della videoconferenza, tratti dal sito you-videolive.it:


Italia: cosa succede se
Le risposte che non avete mai avuto il coraggio di chiedere.

1) Spiegazione di alcuni fattori economici:
Pil, cosa significa e quali voci lo compongono
La bilancia commerciale italiana
Debito e deficit pubblico
Circolante Titoli di Stato
Avanzo/Disavanzo primario
Entrate tributarie ed extratributarie
Sostenibilita' del debito
Il significato di default

2) Cosa succede se:
Un Paese va in default (il default controllato e' possibile?)
La BCE (come pare stia succedendo) inizia a stampare
La Germania esce dall'Euro
L'Italia esce dall'Euro
L'Euro si dissolve
Una banca va in default (che ne e' dei conti correnti, conto titoli, cedole titoli)
Domande libere dei partecipanti via chat

3) Come cercare di difenderci.

Qui il link.. buona visione e complimenti a Maurizio.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 21 novembre 2011

E’ ARRIVATO UN NATALE CARICO DI… SPECIE DA SALVARE

adozioniLa continua crescita della popolazione, la deforestazione, la continua costruzione di edifici, l'inquinamento che produciamo giornalmente: sappiamo tutti che sono soltanto alcuni, pochi motivi delle cause della distruzione del nostro pianeta e dell'estinzione delle specie animali. Forse non ce ne rendiamo conto, ma animali come il panda, l'orso bruno, le balene e tanti altri rischiano di scomparire per sempre. Ogni anno in Europa migliaia di delfini rimangono impigliati nelle reti da pesca illegali e il bracconaggio continua a uccidere i lupi. In Asia le tigri vivono in spazi sempre più stretti, e minacciate dal commercio di ossa per la medicina tradizionale asiatica. E in Africa? L'elefante continua ad essere cacciato per l'avorio delle sue zanne mentre il ghepardo per la sua pelliccia. Insomma nessuna parte del mondo si salva da questa caccia illegale e selvaggia. E purtroppo incontrollata e senza tregua.  Il wwf, che sta per World Wildlife Fund, Fondo Mondiale per la Vita Selvatica, sta organizzando una bellissima iniziativa per questo Natale, dedicando questa festa a tutte le specie in via di estinzione attraverso delle piccole donazioni che aiuteranno ricercatori ed esperti nella protezione e nell'aiuto di questi animali. Con soli 30 euro donati riceverete un certificato, un planisfero con le aree in cui opera il WWF, una scheda con le caratteristiche delle specie che avrete adottato e una lettera di Fulco Pratesi. E con soli 20 euro in più potrete avere anche un peluche di una delle specie protette. Quindi un'ottima occasione per aiutare in qualche modo il nostro mondo e un'ottima idea per un regalo di Natale. Cliccando qui potete vedere la pagina del WWF e aderire all'iniziativa. Cosa ne pensate di queste adozioni? Qualcuno di voi ha già donato qualcosa a questa associazione internazionale? Condividete questo link e spargete la voce. Più donazioni riusciremo ad ottenere, più specie riusciremo a salvare.

Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 18 novembre 2011

Golden Lady Perfect20 Il finale perfetto



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

le parole di Monti per la fiducia alla Camera in un Tag Cloud

Ecco le parole di Monti raccolte in un Tag Cloud durante il suo discorso alla Camera.
Il Tag Cloud consiste nel raggruppare tutte le parole e mettere in risalto quelle che sono state pronunciate più di frequente.

Qui il link dove ho letto questa notizia e dove potete leggere l'articolo per intero.

L'immagine sarà il mio prossimo sfondo del desktop. Smile!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sigarette a ridotta propensione di combustione

Da oggi non sarà più strano vedere qualcuno avvicinarsi con una sigaretta fumata soltanto a metà in cerca di un accendino. Proprio come succede con le "faidaté" fatte e rullate con cartina e drummino, cioè il tabacco, le sigarette si spegneranno se non fumate per qualche secondo o se spente male. E' infatti in vigore da oggi un provvedimento della Commissione Europea che obbliga i produttori di tabacco a vendere solo sigarette a ridotta propensione di combustione per prevenire i numerosi incendi dovuti a questa causa. Il meccanismo, letto sull'articolo di Repubblica.it, consiste nel mettere degli anelli di carta più spessa che limitano l'apporto di ossigeno facendola spegnere. In ogni caso credo sia meglio non fumare. O smettere.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 17 novembre 2011

codice sconto Lufthansa

Attraverso questo link è possibile ottenere un buono sconto di 40 euro per volare con Lufthansa.


Il codice è valido fino al 30 novembre 2011 per voli prenotati entro il 29 febbraio 2012 e per voli con partenza dall'Italia.

Buon viaggio!

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 10 novembre 2011

digressione sul bravo manager


Cercavo qualche definizione esatta di Responsabile IT per la mia tesi e mi sono imbattuto casualmente in un bell'articolo su punto-informatico.it, scritto da Giuseppe Cubasia, che descrive questo importante personaggio presente in qualsiasi grande (e piccola) azienda.

Scrivo qui solo qualche paragrafo che mi ha colpito e fatto sorridere, sotto invece lascio il link all'articolo originale che vi invito a leggere. Soprattutto se si lavora nel campo dell'Information Technology o si è un informatico.

[...] Se il Bravo Informatico è colui che riconoscono come un risolutore di problemi, il Bravo Manager IT è colui che riconoscono come uno che non fa casini. In pratica, la qualità fondamentale di un bravo manager non è quella di avere soluzioni, né quella di realizzare qualcosa, ma quella di non prendere decisioni sbagliate. È per questo che è così difficile che un bravo informatico diventi poi un bravo manager. [...] il bravo manager IT sa che prima di avere una soluzione deve saperla illustrare a persone che di IT non sanno nulla, ma con le quali ha a che fare tutti giorni, essendo coloro che hanno i cordoni della borsa. Se ricordate bene "l'informatica è quella cosa che chi la governa, non la capisce". E viceversa. [...] "Guaglio' - mi disse una volta un alto dirigente a livello internazionale - il numero prima di essere buono, deve essere bello!" [...] Intendeva dire: non è quasi mai fondamentale fornire una soluzione perfetta, l'importante è che l'obiettivo a cui si tende (e come lo si è ottenuto) piaccia (o porti vantaggi) a tutti.Se ricordate bene "l'informatica è quella cosa che chi la governa, non la capisce". E viceversa. È questa la vera magia del bravo manager. Deve avvalorare la sua soluzione con fatti, cifre, commenti e diversi pareri in modo tale che sia addirittura chi gli sta intorno che dica: "Bravo, è proprio questa la soluzione che stavamo cercando". In genere quest'effetto si raggiunge con una consulenza esterna. Si prende una ditta affermata, di quelle che vengono con 10 articoli della Gartner che ti spiegano come ti vestirai tra 10 anni e perché, e dopo 1 mese di "profumatamente pagata" consulenza ecco che il bravo manager ha fra le mani tra le 20 e le 40 slide che spiegano che lavoro fa, perché e cosa vuole. Perché non è possibile far fare al team di bravi informatici interni questa ricerca? Per il vecchio e sempre valido detto che dice che i pareri gratuiti non valgono nulla, mentre se spendi 20.000 euro per farti dire da altri quello che sai già, le tue parole acquistano tutto un altro peso e significato.
[...] Il gruppo di specialisti interni, i bravi informatici, sono automaticamente esclusi da ogni forma di progettazione ed ogni commento da parte loro sul tema deve essere ignorato fin dal principio dal bravo manager IT. Solo lui ha la conoscenza innata per scegliere la soluzione migliore, altrimenti che cosa ci sta a fare? Anche qui la scelta della soluzione è presto fatta. Si prende un'altra ditta esterna e s'incarica di fornire uno studio di mercato al fine di ricercare il prodotto migliore, ed ovviamente il prodotto migliore è quello più costoso. Ma ricordiamo sempre che per il bravo manager l'importante è evitare di fare la scelta sbagliata, e come al supermercato se compro il prodotto più costoso di certo avrà qualcosa di più di quello più economico. A questo punto c'è sempre qualche bravo informatico che alla presentazione del prodotto scelto storce il naso e sempre con le stesse motivazioni. 
- Usiamo solo il 5% delle funzionalità (in pratica buttiamo il 95% dei soldi). 
- Dobbiamo personalizzare il 3% di tutto. 
- Il prodotto non "parla" con i nostri sistemi.
- Non abbiamo la padronanza del prodotto, in pratica compreremmo una black box.
Ma il bravo Manager sa subito come stroncare sul nascere queste deboli obiezioni fomentate dal solito pericoloso innovatore, che in genere è subito marcato stretto dal vice bravo manager, detto in gergo aziendale Yes-Man.
[...] Accade però che, installato il prodotto, il bravo manager si accorge che la stima di spesa è aumentata in modo abnorme, che senza un system integrator non riesce a far funzionare nulla, e che sta spendendo una fortuna per personalizzare il tutto. Ed è qui che entra in scena il bravo "samaritano" informatico che dice: "Capo, noi abbiamo già in casa il prodotto che fa tutto questo". "Davvero?" "Sì, funziona e con un decimo di spesa lo mettiamo su". E qui il bravo manager si surclassa. Va da coloro che stanno spendendo una fortuna e non sanno come uscire da questo pantano e dice: "Ho la soluzione!", uscendone infine vincitore. Il bravo manager lo riconosci a pelle, cade sempre in piedi. 
[...] "Guaglio' - disse l'alto dirigente al giovane professionista - Ricordati che l'importante non è fare, è non sbagliare"
"In pratica se non faccio nulla, non sbaglierò mai"
"Sì, ma devi essere bravo come me a non farti cogliere a farlo!"



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 9 novembre 2011

Anteprima a Milano di Anche se è amore non si vede

Tra qualche giorno Ficarra e Picone torneranno in sala con il loro nuovo film Anche se è amore non si vede con un cast che vede tra gli altri Ambra Angiolini, Diane Fleri, Sascha Zacharias, David Furr, Giovanni Esposito, Fabrizio Romano, Rossella Leone e Maria Di Biase.

Se siete studenti e vi trovate a Milano il 17 Novembre avrete la possibilità di andare all'anteprima italiana del film che si terrà alle 21:00 al cinema Odeon di Via Santa Radegonda 8, a due passi dal Duomo.

Basta cliccare questo link (http://www.ficarraepicone.it/prenotaanteprima.html) e inserire nome, telefono e email.

Quasi dimenticavo: il film uscirà in tutte le sale il prossimo 23 Novembre.

Qui la trama che ho trovato sul sito cineblog, link che vi consiglio di andare a curiosare dove troverete anche due micro trailer e il backstage.

Salvo (Ficarra) e Valentino (Picone) sono due amici che hanno una piccola società di servizi per il turismo. Il loro mezzo, un restaurato e coloratissimo autobus inglese di qualche anno fa, trasporta i turisti tra i monumenti di Torino. Valentino è abbastanza timido e riservato, mentre Salvo è parecchio intraprendente e sfacciato. Alle loro dipendenze c'è Natascha (Sascha Zacharias), una giovane e bella guida turistica, che non conosce però nessuna lingua straniera. È chiaro, quindi, qual è stato il criterio di selezione e, soprattutto, chi è stato il selezionatore! Valentino ha una relazione stabile con Gisella (Ambra Angiolini): la sua fidanzata storica, che ama di un amore morboso, totalizzante e oppressivo. Quando la storia arriva al capolinea, entra in gioco il fidato amico Salvo, con l'obiettivo di trovargli una donna che lo faccia tornare a vivere e a sorridere. Per contro, Valentino vuole mettere fine alla vita scanzonata e frivola di Salvo, e anche lui vuole trovare la compagna della vita all'amico e collega di lavoro…

Non perdetevi questa occasione e passate parola...



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 8 novembre 2011

buono a sapersi

Mi è appena arrivata una email interessante che descrive qualche piccolo trucco che può tornare davvero utile in futuro.
Iniziava con una cosa che penso sappiano tutti: 112 è il numero di emergenza internazionale funzionante in tutto il mondo. Cioè se vi trovate fuori dalla zona di copertura della rete mobile e c'è un'emergenza, basta comporre il 112 e il cellulare cercherà qualsiasi rete esistente per stabilire il numero di emergenza appropriato. Inoltre, ma questo penso lo sappiate davvero tutti, in genere il numero 112 può essere chiamato anche se la tastiera è bloccata.
Ma passiamo ad una cosa ancora più interessante.
Se la vostra auto ha l'apertura/chiusura con telecomando, questa funzionalità può risultare utile un giorno. Se per caso chiudete le chiavi in auto e quelle di ricambio sono a casa, basta chiamare qualcuno a casa sul cellulare dal vostro cellulare. Tenendo il vostro cellulare a circa 30 centimetri dalla portiera, dite alla persona a casa di premere il pulsante di sblocco, tenendolo vicino al suo cellulare. La vostra auto si aprirà. Così si evita che qualcuno debba portarvi le chiavi. E la distanza è ovviamente ininfluente. 
Un'altra cosa da sapere, che in ogni caso non auguro a nessuno di provare, è che se per caso dovreste mai essere costretti da un rapinatore a ritirare soldi da un bancomat, è possibile avvisare la polizia inserendo il PIN# in senso inverso. Per esempio, se il vostro numero di pin è 1234, dovreste digitare 4321. Il sistema ATM riconoscerà che il codice PIN è stato invertito rispetto alla carta bancomat inserita nella postazione ATM. La macchina vi darà il denaro richiesto, ma la polizia – all'insaputa del ladro – sarà mandata immediatamente alla postazione ATM. Questa informazione è stata recentemente trasmessa su CTV da Crime Stoppers, tuttavia è raramente usata perché la gente semplicemente non la conosce. Cercherò conferma a riguardo non volendo avere direttamente l'opportunità di provare.
Un'ultima cosa, anche questa direi abbastanza conosciuta, riguarda come disattivare un telefonino rubato. Per controllare il numero di serie (Imei) del vostro cellulare digitate i caratteri *#06#.
Un codice di 15 cifre apparirà sullo schermo. Questo numero è univoco e identifica esclusivamente il vostro apparecchio. Annotatelo e conservatelo in un luogo sicuro. Se il telefono venisse rubato è possibile telefonare al provider della rete e dare questo codice. Saranno quindi in grado di bloccare il vostro telefono e quindi, anche se il ladro cambia la scheda SIM, il telefono sarà totalmente inutile. Probabilmente non riavrete mai il vostro telefono, ma almeno sarà certo che chi l'ha rubato non potrà mai usarlo né rivenderlo. Condividete queste piccole curiosità. A qualcuno potranno risultare utili.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 7 novembre 2011

Ryanair ti volevo bene. Ryanair Cash Passport Mastercard


Ryanair ti voglio, anzi ti VOLEVO bene..

Finiti i tempi d'oro in cui si volava davvero con 5 euro o addirittura con soltanto un centesimo, bene o male Ryanair spesso continuava ad essere conveniente rispetto a tutte le altre compagnie.
Ma adesso, dopo aver cambiato la mia Visa Electron per passare ad una Mastercard prepagata SOLTANTO per risparmiare le commissioni sulla carta di credito, tra l'altro cosa che ho sempre ritenuto ingiusta, leggo da vologratis.org che dal 1 dicembre per non pagare ulteriori tasse si dovrà necessariamente avere la carta prepagata di Ryanair, la Ryanair Cash Passport
La "fregatura"? E' una carta incredibilmente CARA! 
Cioè a lungo andare i soldi risparmiati in commissioni sul sito di Ryanair all'acquisto del biglietto verranno comunque spesi per le commissioni di ricarica della carta che ammontano a BEN 3 euro! E, da notare bene, l'importo MINIMO di ricarica è di 175 euro! 
E non è finita qui! Per ottenere la carta è necessario pagare 10 euro. E se per caso vogliamo prelevare qualcosa al bancomat in area Euro le commissioni saranno di 2 euro! Ed aumenteranno a 5 se in area non Euro. E basta andare in Svizzera o in Inghilterra, nemmeno troppo lontano.
Insomma, cara Ryanair. Ti ho sempre voluto bene e apprezzato. Ti ho sempre rispettato e ammirato per quello che hai fatto a piccoli, adesso grandi, aeroporti come Bergamo o Trapani. Ma stavolta hai esagerato anche per i miei gusti!
Penso che questo sia un quasi ADDIO...


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 13 ottobre 2011

e anche io ci sono quasi


Mi ci sono voluti 4 appelli e 8 mesi per passare il mio ultimo esame all'università. Alla fine ce l'ho fatta anche io.
E adesso scrivere la tesi, a confronto, sarà una passeggiata. In ogni caso sarà più piacevole di imparare a memoria formule e dimostrazioni.
Il rito dell'ammazza-ricordi, bruciando e strappando il libro studiato, ha funzionato. Anche se qualcuno non è stato poi tanto d'accordo. Un libro è sempre un libro, è vero. Ma uno che in ogni caso sarebbe stato abbandonato in un armadio, uno di quelli che non ti servirà mai nella vita, che ti ha fatto passare brutti momenti, che ti ha costretto a rintanarti in casa e in biblioteca in clausura, e perdere ben tre occasioni di lavoro, merita questo e forse di peggio.
Laurea a fine febbraio e una sensazione che già da ora mi sta trasformando nella persona che ero qualche mese fa. Riprenderò a fotografare, attività che ho tralasciato per troppi mesi, pensando ad un nuovo progetto e magari organizzando una nuova mostra.
Penserò ad un corso per aggiornarmi nel mondo dell'informatica, ad uno per ripassare le mie conoscenze dell'inglese o per imparare il francese.
Cercherò di capire quali obbiettivi raggiungere dopo la laurea, nel 2012. Prima della fine del mondo, ovviamente.
Tornerò a viaggiare, a sperimentare qualcosa in cucina e a sistemare qualcosa in casa.
Insomma tante idee che si affiancheranno alla stesura della tesi.
Ho finito il libro Acciaio. Ma non mi ha colpito più di tanto.
Ho iniziato Norwegian Wood, di Murakami, e già dalle prima pagine sembra prendermi parecchio. Credo che Chiara ed Eliana avevano proprio ragione….



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 7 ottobre 2011

lamentele varie non mie


Qualche anno fa ero alla fermata dell'autobus e sentivo due signore che si lamentavano perché mancavano gli orari. Evidentemente qualche vandalo aveva rotto il vetro e si era portato via il foglio. La mattina dopo, alla stessa fermata, mi meravigliai del fatto che un nuovo foglio era stato sistemato al posto di quello rubato. Pensai che probabilmente le signore non avevano proprio nulla da fare ed erano andati a "fare bordello" al comune. Ormai ho capito che in Italia si ottiene qualcosa soltanto "facendo bordello". Gli educati non ottengono nulla, o quasi.

Qualche giorno fa altre due signore si lamentavano che in biblioteca le persone lasciavano aperta la porta del bagno e questo gli dava parecchio fastidio. Oggi mi sono meravigliato notando che nella porta era stato montato un sistema di chiusura automatica.
A quanto pare, qui si lamentano proprio tanto e vanno a fare bordello finché non risolvono il loro fastidio. In Sicilia si lamentano altrettanto, forse anche di più, ma nessuno fa niente per sistemare la situazione. Ancora una volta differenze tra nord e sud e la convinzione che giù non cambierà mai nulla e che noi e loro non andremo mai tanto d'accordo.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 6 ottobre 2011

ciao Steve



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 5 ottobre 2011

top opening scene

Stilare una top ten dei miei film preferiti sarebbe difficilissimo. E altrettanto difficile deve essere stilare quella delle sole migliori scene iniziali. Così su due piedi, senza pensarci troppo ecco la mia top three.

Blow (2001, Ted Demme)

Full Metal Jacket (1987, Stanley Kubrick)


The Beach (2000, Danny Boyle)


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 3 ottobre 2011

Edicola Virtuale Archivio quotidiani e riviste in pdf

Volete leggere tutti i quotidiani e le riviste italiane comodamente seduti al pc? O magari dal vostro Ipad?
Ogni giorno sul sito Edicola Virtuale è possibile scaricare in pdf le copie di ogni quotidiano o rivista che trovate al giornalaio.
In più avrete un archivio diviso per mese e anche qualche libro, qualche album delle figurine Panini e qualche fumetto.
Così la mattina verso le 7 mentre faccio colazione con Earl Grey Tea e biscotti posso leggere Il Sole 24 Ore, o Il Corriere, o La Repubblica, o La Stampa, o qualunque altro fascicolo presente in edicola.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 30 settembre 2011

nuovo libro di fabio volo le prime luci del mattino

Il 14 ottobre 2011 uscirà il nuovo libro di Fabio Volo: "Le prime luci del mattino". 

Riporto qui la trama presente nel comunicato stampa:  Protagonista e voce narrante della storia è Elena, una donna insoddisfatta della sua vita e del suo matrimonio. Un incontro imprevisto la costringerà a fare i conti con se stessa. Inizia così una nuova fase della sua vita, alla riscoperta di tutto quello che aveva dimenticato o semplicemente mai conosciuto: la passione, il desiderio il coraggio di rischiare. Ma questo sarà solo l'inizio di un percorso che la porterà a scoprire una donna nuova, più forte e più consapevole.

I suoi libri sono sempre molto leggeri e piacevoli. Li ho letti tutti e li consiglio vivamente. Per me sono storie di vita, frasi da sottolineare e tanta tanta musica. Forse il più bello è "Il giorno in più" mentre quello che più rispecchia la mia vita e la mia personalità è sicuramente "Esco a fare due passi". 
Il 17 ottobre sarà a Milano alla Mondadori Multicenter di Piazza Duomo 1 alle 18.30. 
Andrò sicuro a farmi autografare una copia.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

quanti presidenti dura una regina?

Mi è arrivata una email contenente alcune foto della Regina Elisabetta II, sovrano del Regno Unito, insieme a numerosi presidenti degli Stati Uniti: dall'attuale Obama al vecchio Truman, ma anche con Bush, Clinton, Reagan, Carter, Ford, Nixon, Kennedy ed Eisenhower. Alla fine un fotomontaggio la rappresentava insieme alle batterie Duracell. La domanda era proprio quella: quanti presidenti dura una regina?

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 29 settembre 2011

arrotondare lo stipendio spalando la neve a luglio a Palermo


Che in Sicilia "tutti" sono bravi a fregare soldi si sa. Purtroppo credo sia un problema italiano, solo che a Palermo e in Sicilia le cose sono fatte così tranquillamente e "all'aria aperta" che ogni tanto esce fuori qualche storia che potrebbe sembrare una barzelletta ma che purtroppo è l'amara verità che rivela un mondo che non cambierà mai! Almeno finché non cambierà la mentalità e forse il novanta percento delle persone che vivono in Sicilia. Riporto interamente un articolo di Repubblica.it che racconta come qualcuno sia riuscito a farsi pagare degli straordinari per aver spalato la neve a Luglio in provincia di Palermo, dove nemmeno a Piano Battaglia può esistere neve nel periodo estivo. E infondo, forse forse la colpa la darei a chi ha accettato la richiesta e versato i soldi. Perché lui, meschino, da bravo siciliano ci ha soltanto provato. "Pu na mano....." E ci è riuscito!


PALERMO - C'è un motivo, se la Sicilia spende otto volte di più della Lombardia per gli stipendi dei suoi 17 mila dipendenti, c'è un motivo se la Regione Siciliana ha il record italiano di dirigenti, funzionari, assistenti, consiglieri e consulenti: qui c'è tanto, tanto lavoro da fare. Per esempio, a luglio tocca spalare la neve. Sì, proprio a luglio, quando il termometro segna 19 gradi di minima (e 30 di massima), nell'isola del sole c'è la neve. 

Ma dove, sulla spiaggia di Mondello? Sulla scogliera di Cefalù? Davanti al Duomo di Monreale? Questo, al momento, è un segreto. Però da qualche parte la neve deve esserci, a luglio, in provincia di Palermo, se il signor Salvatore Di Grazia, assegnato al servizio di Protezione Civile, ha chiesto e ottenuto dalla Provincia il pagamento di 42 ore e mezza di straordinario (più altre tre di straordinario notturno) per "spalamento neve". 

Voi penserete: magari gli hanno pagato gli arretrati dell'inverno scorso. Macché. Quelli glieli avevano liquidati subito: 103 ore a gennaio, 92 a febbraio, 70 a marzo. Tutto lavoro straordinario, pagato a parte, che dall'inizio dell'anno a oggi ha rimpolpato la busta paga dell'instancabile Di Grazia di una cifretta pari a sei mesi di stipendio di un precario palermitano: 5165 euro.

Poi, a marzo - purtroppo - persino sulle cime delle Madonie l'ultima neve si è sciolta. E gli spalatori hanno smesso di spalare (e di farsi pagare gli straordinari). Tutti, tranne Di Grazia. Il quale, come quel giapponese sull'isoletta che non sapeva della fine della guerra, ha continuato a spalare una neve che vedeva solo lui. E alla fine del mese, si capisce, presentava il conto all'ufficio del personale. Diciassette ore di spalamento ad aprile (minima registrata, 10 gradi). Cinquantatre sotto il sole di maggio. Trentotto, sudando, nelle torride giornate di giugno. Lui spalava, spalava, e la neve non finiva mai. Anzi, più il caldo si faceva insopportabile e più il lavoro aumentava. Quarantaquattro ore di spalamento neve a luglio (30 gradi all'ombra). Per toccare, in pieno agosto, l'apice dello sforzo: duecento ore.

Dicono alla Provincia che davanti a questa cifra un dirigente pignolo ha inarcato un sopracciglio. E ha bloccato il pagamento, quando ormai l'instancabile spalatore aveva già totalizzato 415 ore di straordinario. Il poveretto dev'essere rimasto di sasso - lo immaginiamo con la vanga a mezz'aria, davanti ai suoi cumuli di neve settembrina sulle spiagge di Bagheria - perché l'anno scorso nessuno aveva battuto ciglio quando s'era fatto pagare centodiciassette ore di "spalamento neve" straordinario nel solo mese di agosto, più altre ottanta a settembre (quando evidentemente nel Palermitano comincia il disgelo di fine estate).

Ma non finirà qui, si capisce. Lo stakanovista dello spalamento estivo farà ricorso al Tar, si incatenerà davanti alla Regione contro l'ingiustizia subita, cercherà un politico disposto a prendere a cuore la sua causa. E lo troverà di sicuro. Perché in Sicilia, lo sanno tutti, il lavoro è sacro.



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

il numero 0461020602


Da almeno dieci giorni, una o più volte al giorno, ricevevo chiamate da questo numero 0461 020602. Non rispondevo. Anche perché le chiamate arrivavano sempre nei momenti meno opportuni ed immaginavo che fosse qualcuno che volesse propormi qualche solita "fregatura" pubblicitaria. Stamattina all'ennesima chiamata decido di rispondere.


Salve, parlo con il signor Alessio? La chiamo da IwBank, la sua banca online, per proporle una magnifica offerta a cui non potrà dire di no. In collaborazione con xxx (non mi ricordo chi) le offriamo una fantastica assicurazione sugli infortuni che a soli 14 euro al mese le rimborsa fino a 300 euro al giorno se viene ricoverato, o se ha un incidente all'estero, o se si rompe un braccio o qualcos'altro. E in più può estendere questa assicurazione anche se succede qualcosa ai suoi cari o alla sua famiglia.

Inutile dire che sono stato "con la mano sui coglioni", e scusate la parola, per tutta la durata della telefonata.

Per ricevere la documentazione informativa per poter valutare l'assicurazione era obbligatorio sottoscriverla al telefono. (COSA?) I primi 60 giorni gratuiti, poi se non ero soddisfatto potevo disdirla chiamando un numero.

Ma chi sottoscrive qualcosa senza aver letto i fogli e le clausole scritte in piccolo? Magari nessuna fregatura nella polizza in se, ma il dubbio mi viene! Per leggere un contratto devo prima firmarlo?
Ovviamente ho rifiutato! E fate attenzione: la gentilissima signorina dalla classica cantilena utilizzata per vendere qualcosa stava per attivarmi l'offerta. Ho insistito, ringraziandola, a non attivare nulla.
La chiamata, previa autorizzazione, e per fortuna dico io, è stata registrata.

Ma non si può chiamare in continuazione per quasi due settimane ogni santo giorno! BASTA!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 25 settembre 2011

Difresh - Spray alla menta

DIFRESH - Spray alla menta

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 22 settembre 2011

Porto di Palermo

Porto di Palermo. Vista da Montepellegrino.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

strage di ustica e misteri italiani


Nel 1980 un aereo dell'Itavia che da Bologna stava atterrando a Palermo scomparve misteriosamente sopra i cieli di Ustica. Sono passati ben 31 anni e solo oggi Repubblica, e così la stampa italiana, riporta che l'incidente è stato dovuto ad un duello di aerei militari e all'impatto di un missile.

Ricordo benissimo che qualche anno fa vidi una puntata di Blu Notte - Misteri Italiani che raccontava proprio la cronologia degli avvenimenti e ne studiava le cause in maniera piuttosto dettagliata. Ricordo che si parlò di misteriose morti del giorno dopo, di misteriose scomparse, di suicidi, di nastri che scomparsero misteriosamente, di radar che proprio in quegli attimi non stavano funzionando, di radiofari spenti, di un aereo francese che sparava ad un aereo libico nascosto sotto l'aereo di linea che trasportava 81 persone, di cui 13 bambini, e di cui furono trovate le tracce in Calabria. Per trentuno anni non se ne è più parlato. Tutto è rimasto nascosto. Ricordo che nella puntata si dimostrava come era impossibile che l'aereo fosse esploso per una bomba. Mentre questo è quello che dicevano i giornali. E per dimostrarlo ci sono voluti a quanto pare 31 anni. E noto anche come si parla in linea molto generale di duelli e di missili. Come se fosse stata una cosa normale, che può capitare. Forse perché se davvero fossero stati i caccia francesi a sparare all'aereo libico e a colpire anche involontariamente il nostro caro aereo, e se tutto questo fosse saltato fuori 31 anni fa, forse a quest'ora ci sarebbe stato qualche conflitto con la Francia. Invece ora, dopo tutto questo tempo è più facile parlarne! Tutti, o quasi, hanno dimenticato. Tutto ora è una notizia da quarta o quinta pagina. Di quelle che una volta archiviate metterà finalmente all'oscuro tutto ciò che non è ancora stato scoperto. E chissà quanti scheletri nell'armadio ha l'Italia e il mondo intero. In ricordo delle vittime della Strage di Ustica.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 21 settembre 2011

sabato in vucciria

Sabato sera in Vucciria, Palermo


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

un voto per signcafe

SignCafé è una rivista mensile bulgara che propone idee pubblicitarie creative per aziende pubblicitarie di tutto il mondo, tecnologie e innovazioni nel mondo della pubblicita' e del marketing.

Fino al 25 settembre è possibile votare questa immagine affinché venga scelta come copertina SIGNCAFE che sarà presente agli angoli media del Festival Internazionale della Pubblicità Golden Drum che si terrà a Portorose, in Slovenia. Se vi piace potete dare il vostro voto cliccando questo link e poi su гласувай. Vi verrà chiesta l'email. Il sito è bulgaro, non abbiate paura!

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 20 settembre 2011

aria di autunno


Come ogni anno, dopo il primo temporale di settembre ecco finire definitivamente l'estate. A Milano si era già visto qualcuno in moto indossare i guanti. Da domani toccherà anche a me. Da bravo freddoloso siciliano comincerò a sentire freddo e a contare i mesi che mancano alla prossima estate. Da domani dovrebbero essere nove, manca poco. 

Ho la memoria che va e viene. Delle circa 30 dimostrazioni da imparare come l'Ave Maria per il mio esame di venerdì ne riesco a ricordare solo quattro o cinque. Altre tre o quattro le ricordo solo i giorni dispari. Altre i giorni pari tra le 18 e le 19.15. Poi di nuovo vuoto assoluto!
Volevo scrivere qualcosa su Palermo ma non ho avuto tempo. Stavolta la voglia c'era, ma la mia vita recente è stata vissuta più a lavoro e in biblioteca che a casa e a letto. Come deve essere bello non avere più il pensiero allo studio di qualcosa di inutile e incomprensibile. 
Chiudo. Ci sono 18 gradi e io sento già freddo. Forse a Palermo sarà ancora estate.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 12 settembre 2011

tornato a Milano


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 8 settembre 2011

120 V Shavers Only

Chissà se esiste davvero qualcuno che nei bagni degli aeroporti si mette a fare la barba col rasoio elettrico a 120v...

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

bunga bunga, finanziaria, crisi e italian style

In periodo di bunga bunga, berlusconi, pranzi di lusso per politici a pochi euro, manovra finanziaria di ferragosto, crisi economica e tante altre belle cose in tipico Italian Style, ho trovato questa immagine girovagando per internet. (qui la fonte)


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 7 settembre 2011

A glass of Sicily



Un fantastico video con immagini, suoni ed emozioni dalla Sicilia, che raggiungerò domani...

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 4 settembre 2011

odore di pioggia e di avventura

Milano. Settembre è appena iniziato ed ecco già il primo weekend di cielo grigio e pioggerellina sottile, di quella che ti da solo fastidio e che ti fa pensare che sarebbe meglio che piovesse tanto, per qualche ora magari, ma che almeno ti porterebbe a rivedere presto il sole. Dimenticheresti così il senso di malinconia che ti fa venire una giornata simile.
Devo ammettere che la nuova posizione del divano scelta da mio fratello, in cucina invece che nella stanza da letto, risulta parecchio comoda. Disteso qui puoi anche vedere la televisione invece di stare seduto sulla sedia con la testa perennemente alzata. E in stanza era diventato solo un posto in più dove gettare i vestiti appena tolti dopo qualche serata devastante alle colonne. O semplicemente dopo le 8 ore di lavoro e le 2 di studio in biblioteca. 
Il prossimo venerdì ho l'esame di Comunicazioni Elettriche. Ultimo esame. Voglia di studiare come sempre prossima allo zero. Non so perché, sarà il silenzio, l'ambiente, le belle ragazze, i libri che ti stanno attorno e la "non presenza" di un computer, sebbene ci sia sempre il mio Iphone connesso a internet, ma la biblioteca è l'unico posto in cui riesco a studiare veramente. Tre ore passate seduto a quel tavolo corrispondono ad almeno 6 o 7 ore passate sugli stessi fogli pieni di formule incomprensibili e inutili che sono costretto ad imparare a memoria. Per poi dimenticare tutto il giorno dopo che avrò superato l'esame. Memoria sprecata. Penso sempre che materie del genere non dovessero esistere, soprattutto se sei consapevole che non ti serviranno mai nella vita, e che se anche ti servissero in futuro, potrai sempre ritrovarle su internet, o semplicemente comprando un libro. Come se dovessi imparare a memoria tutte le ricette della cucina indiana, non sapendo cosa sono gli ingredienti, scritti in Hindi, e soprattutto odiando la cucina indiana, che molto probabilmente potrai assaggiare solamente recandoti lì.
Nell'aria, almeno nella mia, c'è sempre più l'odore di una nuova avventura. La mia laurea potrebbe arrivare a marzo e coincidere con il mio compleanno. E la laurea significherebbe avere il via libera ad un viaggio lontano dall'Europa, in qualche posto imprecisato lontano dalla civiltà come la concepiamo noi, magari raggiungendo Danila in qualche parte nel mondo, verso Est. Le email che ricevo da lei mi stanno facendo tornare quella voglia di avventura e di vita che avevo praticamente nascosto tempo fa, da quando decisi che la laurea doveva avere la priorità su tutto, vita sociale, birra, donne, sport. A dir la verità, per fortuna non ci sono riuscito del tutto, tant' è che sono ancora qui a scrivere e ad avere il pensiero alle 20 dimostrazioni che devo imparare a memoria entro oggi. 
I posti e la gente che descrive mi fanno riflettere. Viviamo la nostra vita pensando solamente al modo di guadagnare qualcosa per sopravvivere, per comprare una casa da migliaia di euro. E non ci rendiamo più conto di quello che ci circonda e delle persone che abbiamo accanto. E invece a volte vorrei vivere la vita più serenamente, senza troppi pensieri. Scambiando le mie conoscenze con quelle di un'altra persona. 
Le foto di quei posti sono fantastiche. Diverse da quelle fotografie che scattate in Europa hanno tutte uno stesso particolare Occidentale. E la mia macchina fotografica è conservata nell'armadio da troppo tempo, probabilmente con le batterie scariche e con i vari filtri disordinati e sparsi nei cassetti. Pronta a scattare per nuovi ricordi e magari una nuova mostra fotografica. 
Chissà quanto resisterei senza le nostre comodità giornaliere. E se il mio stomaco reggerebbe alla differenza: in Indonesia ce l'ha fatta, non in Marocco.
Credo sia meglio che torni ai miei studi. Ad un pranzo con mio fratello, ad un'ora di piscina con Luca e a qualche capitolo del libro che sto leggendo per ora prima di addormentarmi, Acciaio di Silvia Avallone.
Mi permetto di utilizzare una foto che mi ha mandato Danila come immagine di questo post. Un meraviglioso luogo in Bangladesh dove la natura vive libera e incontaminata.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 2 settembre 2011

imparare il Trading e Giocare in Borsa


Da quasi un anno mi sto avvicinando al mondo del risparmio gestito e del trading. In questo precedente post, qui il link, avevo scritto qualcosa su cosa sono le obbligazioni, gli etf, i pac, etc.. Rispondendo ad una domanda su yahoo answers, avevo promesso di indicare qualche sito utile ad apprendere le tecniche di trading e così ne approfitto per elencare le pagine web che seguo praticamente ogni giorno. Premetto che non sono un esperto di trading: la mia esperienza, e a dir la verità anche la mia disponibilità economica, è ancora ai livelli minimi. Ma questo mondo mi affascina, come penso anche a voi, e c'è sempre tempo per mettere in pratica ciò che si studia.
Avvertimento d'obbligo: trattate con le pinze tutto ciò che vi scrivo. Informatevi bene prima di cominciare a giocare con i soldi reali. E' facilissimo perdere tutto, o quasi, ciò che si investe. Soprattutto se si è alle prime armi. Ho letto che bisognerebbe dedicare al trading solo una piccolissima percentuale di tutta la disponibilità economica che si ha a disposizione, ed anche che bisognerebbe avere un portafoglio diversificato. Ma risposte a queste domande le troverete in altri siti e forum più specifici.
Per iniziare, consiglio un ottimo simulatore fornito da Borsa Italiana: si chiama Borsa Virtuale e permette di creare dei portafogli e comprare e vendere le azioni quotate sulla borsa di Piazza Affari di Milano.
Il mio portafoglio, insieme a tutte le mie transazioni e relative commissioni, è presente sul mio account di Google Finance (basta avere un account di google). I dati delle azioni italiane sono ritardati di 20 minuti, ma mi permette di tenere conto dei reali guadagni e perdite complessivi, dato che nel vostro sito della banca potreste non trovare facilmente i valori che includono anche il costo delle commissioni. In più è particolarmente facile ottenere grafici e aggiungere linee tecniche come le EMA (Media Mobile Esponenziale), o visualizzare il grafico in CandleStick (Candele Giapponesi). Riguardo alle Candele Giapponesi consiglio una guida a questo link. Anche in Google Finance è possibile creare diversi portafogli e ne ho uno in cui segno i valori di acquisto consigliati di particolari azioni interessanti.
Per chi ha il browser di Chrome può controllare il valore di uno o più titoli con l'applicazione Stock Tracker e le sue estensioni (Stock Tracker Extra Icon) mentre per chi ha l'Iphone può controllare il suo portafoglio registrato su Google Finance con l'applicazione GFinance.
Ogni giorno, o meglio ogni sera dopo qualche ora dalla chiusura del mercato italiano alle 17.30, leggo le Analisi Tecniche pubblicate sul sito La Borsa dei Piccoli che sono anche commentate con pareri personali. Per un breve corso sull'Analisi Tecnica vi consiglio questo link sul sito finanzaonline.
Inoltre, dei titoli che ho in portafoglio, controllo sempre le opinioni degli analisti su Yahoo Finance, le raccomandazioni su Trend Online e l'analisi tecnica di MilanoFinanza che indica anche i Supporti e le Resistenze del titolo. Tra i preferiti ho ovviamente il paniere del FTSE MIB sul sito di BorsaItaliana per seguire l'andamento quotidiano generale e uno dei più completi forum di finanza, finanzaonline.
Poi ritengo che sia opportuno essere sempre aggiornati su quello che accade nel mondo. Seguire i vari quotidiani come il Corriere.it, La Repubblica.it, il Sole 24 Ore. Utilizzare degli aggregatori di notizie come google reader per essere sempre aggiornati sulle ultime notizie da chi scrive interessantissimi blog come quello di Gabriele Bellelli. Sia per Firefox che per Chrome ci sono delle estensioni per gli avvisi di Google Reader. Mentre per dispositivi mobili consiglio l'applicazione di Trendonline che permette di creare degli avvisi Push o via email se un titolo raggiunge un prezzo da noi indicato, e l'applicazione di MilanoFinanza per seguire gli indici del FTSE MIB, FTSE Mid Cap e FTSE Star.
Per operare in borsa basta avere un conto con una banca online come IwBank, WeBank o Fineco. Io ho IwBank e fino adesso mi trovo bene. Qui un mio post in cui parlo di IwBank. Delle altre purtroppo non so dirvi tanto, ma controllate le varie offerte.
Esistono poi i Futures, il Forex, e altri sistemi per investire in borsa. Ma per me è ancora troppo presto per questo.
Spero di aver aiutato qualcuno con questi piccoli consigli.
Buon Trading.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 1 settembre 2011

Promozione IWBank per non pagare il bollo statale


Se qualcuno ha in mente di cambiare banca o semplicemente aprire un nuovo conto, vi segnalo che IwBank sta facendo una promozione che annulla completamente il costo del bollo statale di 34,20 euro rendendo così il conto praticamente gratis.
Per aderire alla promozione avete semplicemente bisogno di essere presentati da qualcuno già registrato, quindi inserire il mio nick (Ale206) nella sezione IwClub, che è la sezione di raccolta punti di IwBank, quando richiesto.

Vi riporto sotto la promozione pubblicata sul sito di IwBank

Se decidete di aprire il conto e utilizzate il mio nick scrivetemi pure un commento, mi farebbe piacere.. per qualunque domanda non esitate a contattarmi..


Iniziativa promozionale "Porta un amico" dal 01/09/2011 al 30/09/2011
I Clienti che presentano un nuovo correntista  ottengono 6.000 punti in più rispetto ai 4.000 già previsti, per un totale di 10.000 punti.
I nuovi Clienti presentati ricevono 9.000 punti in più rispetto ai 1.000 già previsti se, al momento dell'iscrizione a IWClub, segnalano il nickname del Cliente presentatore e ne ricevono altri 2.000 se aprono il conto corrente con la procedura rapida, per un totale di 12.000 punti.
Per i Clienti presentatori più attivi i punti aumentano: dal secondo Cliente presentato (e per i successivi), il Cliente presentatore riceve 11.000 punti in più rispetto ai 4.000 già previsti, per un totale di 15.000 punti.

E in più, per tutti i Clienti che partecipano alla promozione, nuovi e presentatori, il bollo fiscale del conto corrente (34,20 € all'anno) è gratis per sempre fino a quando si accredita lo stipendio o la pensione sul conto corrente.

NOTA BENE:
L'accredito dei punti già previsti da regolamento avverrà il giorno successivo l'iscrizione a IWClub. L'accredito dei punti promozione (6.000/11.000 presentatore - 9.000 presentato) avverrà entro il 30/10/11. Il bollo fiscale del conto corrente non sarà addebitato, solo dopo il primo accredito sul conto corrente di stipendio o pensione.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

raccomandata veloce?


Era il 18 Agosto e dovevo spedire una raccomandata con ricevuta di ritorno.


Alle poste mi chiedono: la vuole spedire con Posta Raccomandata 1? E' più veloce, più sicuro e costa 9 euro!
La mia risposta fu semplicemente: No, grazie, preferisco pagare 3,90 che non ho fretta e arriva lo stesso.

Oggi 1 settembre la raccomandata non è mai arrivata a destinazione!

Viva le poste!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

post di prova

Solo un post di prova...


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 29 agosto 2011

la manovra tutte le feste porta via

Mio fratello mi aveva detto che forse da quest'anno non ci sarà più la festa di Sant'Ambrogio il 7 dicembre a Milano, e nemmeno quella di Santa Rosalia a Palermo il 15 Luglio, e nemmeno tante altre in Italia.
Questo per la nuova riforma di Agosto che prevede di abolire le feste dei patroni delle città d'Italia!
Qui il link del Corriere, aspettando la conferma che vorrebbe dire quasi niente più ponti e meno vacanze... :(



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sabato 27 agosto 2011

me and me

Stavo per pubblicare un post parecchio deprimente, ma ci ho ripensato.
Quindi scriverò solo la parte finale di quello che stavo scrivendo.

...ah.. una cosa bella delle biblioteche di Milano è che se un libro non è disponibile perché in prestito, è possibile prenotarlo facendolo arrivare alla vostra "biblioteca di fiducia" da un'altra in cui è presente.
Ho prenotato "Acciaio", di Silvia Avallone, e preso subito in prestito "Enciclopedia della Finanza", materia che sto studiando da poco.

Torno a studiare Comunicazioni Elettriche, ultima materia prima della mia laurea. Ogni mia attività ludica e ricreativa è sospesa sino al superamento dell'esame. 
Magari proprio sospesa no, diciamo ridotta.

A presto, il vostro affezionatissimo.

Foto: King's Cross, London


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 23 agosto 2011

Download e Backup Dati Personali Facebook

Oggi ho scoperto per caso che è possibile scaricare una copia di tutti i nostri dati presenti su Facebook: post pubblicati, video e foto.
Basta andare su Account, poi su Impostazioni Account e cliccare in basso su Scarica una copia dei tuoi dati di Facebook.
Verrete avvisati dopo circa un'ora tramite email che il vostro archivio in formato winzip è pronto e potrete scaricarlo.
Al suo interno un file index.html che svelerà la vostra storia fin dal primo giorno in questo Social Network: tutti gli album con le foto, i video, gli eventi, tutti i vostri post e i relativi commenti!
Quando mi registrai io a questo ancora quasi sconosciuto sito di Mark Zuckerberg era il 22 gennaio 2007, tutto era soltanto in inglese, io vivevo a Valencia e avevo solo 3 o 4 amici... su facebook ovviamente!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 3 agosto 2011

Gmail adesso telefona primo passo anti-Skype - Repubblica.it

In attesa del lancio di Google Voice con cui potremo chiamare i cellulari utilizzando il nostro account di google, ecco una sintesi delle tariffe attuali dei gestori di telefonia mobile e di Skype pubblicati da Repubblica.it.
Ottimo Google!

Gmail adesso telefona primo passo anti-Skype - Repubblica.it: "TARIFFE RICARICABILI A CONFRONTO
Google Voice - 13,2 cent al min.
Skype - 25 cent al min.
Tim senza scatto - 16 cent al min.
Tim 12 - 12 cent al min. + 16 cent di scatto alla risposta
Vodafone 10 - 10 cent al min. + 16 cent di scatto alla risposta
Vodafone senza scatto - 15 cent al min.
Wind 12 - 12 cent al min. + 16 cent di scatto alla risposta
Wind Super senza scatto - 17 cent al min. (tariffazione effettiva al secondo)
3 Power 10 - 10 cent al min. (tariffazione effettiva al secondo)"


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 1 agosto 2011

basta pubblicità e offerte telefoniche

Dopo essere stato contattato diverse volte dai Call Center che mi proponevano sempre offerte che non mi interessavano, ho finalmente trovato il modo per evitare di ricevere ancora questo tipo di chiamate: basta registrarsi al Registro Pubblico delle Opposizioni andando sul sito o chiamando il numero verde 800265265. 
Vi chiederanno nome, cognome, luogo e data di nascita e codice fiscale.
Speriamo non mi contattino più.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sabato 23 luglio 2011

come riavere la vecchia chat di facebook

Riavere la vecchia chat di facebook, con gli utenti divisi per gruppi e tutti gli amici online è facilissimo: basta andare a questa pagina http://www.facebook.com/presence/popout.php ..
Magari salvatela tra i vostri preferiti per ritrovarla facilmente.. invece di tornare sempre qui sul mio blog.. :) Ovviamente dovete aver prima effettuato l'accesso al vostro account... buona vecchia chat! Perché la nuova è veramente orribile e poco funzionale!

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 19 luglio 2011

IwBank e forme di investimento e risparmio

Vi scrivo un aggiornamento ad un mio precedente post in cui parlai di alcune caratteristiche di IwBank (qui il post).
Tutto quello che ho scritto quella volta rimane valido, cambia solo la percentuale di interessi che si riceve dal conto deposito che, in genere essendo in funzione del tasso della BCE, Banca Centrale Europea, ad oggi è salito al 1,25 % e cioè circa lo 0,91 netti. Ad oggi il tasso di interesse è salito a 1,50% ma IwBank non ha dato comunicazione dell’incremento anche per il conto deposito. In genere comunque, per un conto deposito che matura interessi seguendo il tasso della BCE, possiamo solo guadagnarci qualcosa di più se questo aumenta. Ci penalizza in altre cose, tipo nei mutui, ma questo è un altro discorso che potete approfondire tramite una breve ricerca su google. Un’ultima correzione al post precedente: scrivevo che è possibile prelevare col bancomat in tutta Europa. In realtà è in tutta Europa dove c’è l’Euro. Quindi in Inghilterra, ad esempio, pagheremo delle commissioni.
Vorrei spiegare in breve e in maniera molto facile a chi si avvicina al mondo degli investimenti, dei fondi, degli etf e delle obbligazioni prendendo come punto di riferimento la mia banca IwBank. Poi penso che la maggior parte di queste cose valga anche per altre banche online. Premetto che userò linguaggi semplici perché non sono un esperto del settore, e per qualunque cosa vi raccomando di informarvi bene prima ascoltando altre voci e non solo la mia. Nessun investimento è sicuro al 100% ma magari ci sono quelli che ci si avvicinano parecchio.
Iniziamo con le obbligazioni che in linea di massima sono dei prestiti che la banca chiede ai clienti per autofinanziarsi. Ad esempio IwBank aveva emesso delle obbligazioni che potevate sottoscrivere al prezzo di 1000 euro netti l’una per due anni e mezzo. Con questa, ogni sei mesi, la banca vi accredita una percentuale fissa, intorno al 3,5% lordo annuo. Togliendo il 12,5 % perché in azioni, obbligazioni, etc è questa la tassazione attuale, risulta un netto di circa il 3% annuo. Cioè su 1000 euro ricevereste circa 30 euro l’anno, cioè circa 15 ogni sei mesi. E’ ovvio che queste condizioni cambiano di offerta in offerta. Ma è solo un primo esempio per cominciare a capire… Questo è forse l’investimento più sicuro: dovrebbe fallire la banca per perdere questi soldi. In più su una obbligazione del genere, investendo solo 2000 euro, potremmo praticamente azzerare i costi del bollo statale sul conto corrente e sul conto titoli che in totale ci costano circa 70 euro e che sono praticamente obbligatori.
Questo importo investito, a secondo del tipo di obbligazione, può essere disinvestito prima della scadenza o no.
Gli Etf invece sono dei fondi comuni di investimento che rispecchiano l’andamento di alcuni indici quotati in borsa e che permettono di investire in mercati azionari, materie prime, etc.. Vi riporto qualche esempio di ETF su cui ho investito o su cui vorrò investire in futuro: il Lyxor ETF CRB) investe in Commodities, cioè in materie prime. Il Lyxor World Waterinvece investe su un insieme di società che investono sull’acqua e il settore idrico. Diciamo che è come se investiamo sulle azioni un gruppo invece che sulle azioni di una singola società. O meglio, affidiamo i nostri soldi ad una società di risparmio gestito, la Lyxor in questo caso, che li investe in quel settore scelto con delle commissioni non troppo elevate e comunque in genere incluse nell’investimento stesso: cioè investiamo 1000 euro, e in questi magari lo 0.5% saranno in commissioni e il resto verrà investito e potrà anche fruttare qualcosa. I settori sono tantissimi e anche qui ci sono gli investimenti più rischiosi e quelli meno. (Vedi ad esempio il grafico di Lyxor Eurocash  per renderti conto che in parole povere “è meno rischioso ma ci guadagni poco”) In genere le commissioni di acquisto o vendita di queste “azioni” ammontano a 5 euro. Da tenere conto soprattutto se investiamo poco.
Discorso simile vale per i fondi. In entrambi possiamo impostare un Piano di Accumulo automatico per investire (o mettere da parte) dei soldi ogni mese, ogni 3 mesi o ogni anno scegliendo il nostro piano di investimento (i cosiddetti PAC). Ricordarsi delle commissioni fisse che possono incidere parecchio sulla rendita.
Per acquistare delle azioni, che penso tutti conosciamo, basta andare nella sezione Titoli e cercare l’azione attraverso il suo codice ISIN o il nome della società. Questo è forse il tipo di investimento più rischioso che vi invito a valutare attentamente prima di cominciare a “giocarci”. Le azioni possono cambiare frequentemente il loro valore e farci guadagnare tanto come anche farci perdere tanto. E soprattutto non è assolutamente facile prevedere l’andamento del titolo che possediamo. Anche qui le spese di commissioni sono in genere di 5 euro (acquisto o vendita) ed aumentano se acquistiamo titoli quotati in mercati esteri.
Mi fermo qui. Ho cercato di sintetizzare tutto a parole mie: una normalissima persona che si sta avvicinando al mondo del risparmio.
Vi ripeto di prendere tutto quello che ho scritto solo come un’infarinatura. Se vi piace l’argomento troverete parecchi siti in cui approfondire (tipo qui) e scegliere il tipo di investimento che fa per voi.
Ringrazio la IwBank che permette di fare tutte queste operazioni in maniera facile e intuitiva. Come scrivevo nel precedente articolo non guadagno nulla in questa pubblicità. Se pensi di diventare cliente IwBank e hai bisogno di un nick per ottenere dei punti extra (spesso fanno delle promozioni per i nuovi clienti) usa il mio: ALE206 . Ci guadagniamo entrambi.
Se qualcuno volesse aggiungere qualcosa a quanto scritto i commenti sono graditi.. :)
Ciao.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 17 luglio 2011

Una pubblicità che vi dà la carica! | iSpazio - IL Blog Italiano per le Notizie sull'iPhone e sull'iPod Touch di Apple con recensioni di Applicazioni e Giochi App Store e Guide al Jailbreak

Una pubblicità che vi dà la carica! | iSpazio - IL Blog Italiano per le Notizie sull'iPhone e sull'iPod Touch di Apple con recensioni di Applicazioni e Giochi App Store e Guide al Jailbreak: "La fantasia dei pubblicitari a volte è sorprendente, è sicuramente il caso del brand Vitaminwater, che vende (e sponsorizza in maniera sicuramente efficace) una linea di integratori energetici per lo sport negli Stati Uniti. I pubblicitari ingaggiati dall’azieda hanno interpretato in maniera letterale il concetto di integratore energeti come fonte di ricarica quotidiana.
La campagna pubblicitaria di questa nota azineda è caratterizzata da manifesti affissi alle fermate degli autobus che danno la possibilità ai passanti di ricaricare i propri dispositivi collegandoli direttamente all’ alimentazione integrata nell’insegna, facendo centro quindi sul focus del marchio sponsorizzato che, appunto vende integratori energetici.
L’idea è semplice: il nostro integratore vi darà energia, quindi mentre siete in attesa dell’autobus potete ricaricare il vostro dispositivo come vi ricarichereste bevendo il nostro prodotto. Le fermate dotate di ricarica sono a Boston, Chicago, Los Angeles e New York, e la campagna pubblicitaria è stata ideata a Crispin Porter + Bogusky, gli autori del celebre “I’m a PC”."

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 15 luglio 2011

Ecco cosa fa un iPhone 4 nella cassa armonica di una chitarra

Ecco cosa fa un iPhone 4 nella cassa armonica di una chitarra: "Vi siete mai chiesti cosa si provi a starsene rincantucciati nella cassa di risonanza di una chitarra acustica mentre una mano, la vostra, al di fuori pizzica le corde con ritmi accattivanti? Qualcuno su Youtube se lo ha fatto, e per ottenere lo scopo ha infilato un iPhone 4 nello strumento e ha iniziato a suonare. Il risultato è ipnotico e semplicemente irresistibile.

In realtà, le corde non vibrano come appare nel filmato; il movimento oscillatorio dipende in massima parte dal cosiddetto effetto Rolling Shutter che consiste in un metodo d’acquisizione in cui il singolo fotogramma non viene registrato tutto assieme ma una linea per volta in ordine cronologico, in verticale o orizzontale. La riproduzione, invece, avviene come al solito, ovvero un fotogramma alla volta, e ciò conferisce agli oggetti in vibrazione e in movimento un andamento tipicamente gelatinoso.

Il video in questione ha attirato gli strali dei soliti poco informati e molto ciarlieri che hanno accusato di falso l’autore e causato un’accorata discussione online. Ora che giustizia scientifica è stata fatta, possiamo serenamente tornare a patire il caldo sognando le vacanze che verranno, cullati dai flessuosi arpeggi di Justkylevids."

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 14 luglio 2011

iPad Magico

iOS 5, un aggiornamento davvero “magico” per iPhone e iPad! [HUMOR] - iPhone Italia – Il blog italiano sull'Apple iPhone 4, iPhone 3GS e 3G: "A poche ore dalla presentazione ufficiale di iOS 5, sembrerebbe che qualcuno abbia già potuto provare in esclusiva il nuovo aggiornamento del firmware di iPhone, iPod touch e iPad che, a quanto pare, la nuova versione di iOS 5 contiene alcune novità funzionali davvero “magiche”. Godetevi questo video esclusivo di anteprima del nuovo iOS 5.
Qualcosa ci dice però che non vedremo queste funzioni nelle prime versioni beta del futuro iOS 5 e neanche nella versione finale…"

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 12 luglio 2011

tesco virtual supermarket in a subway station

tesco virtual supermarket in a subway station

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 22 febbraio 2011

Facebook ci dice anche quando ci lasciamo

Secondo Facebook, o meglio secondo David McCandless che ha analizzato migliaia di status su facebook che riportavano la parola "rotto" e "rottura", ci sono determinati periodi in cui è più facile che una coppia si lasci. E così saltano fuori i periodi in cui va "di moda" lasciarsi: due settimane prima di Natale e ad inizio primavera. Ma anche qualche giorno dopo San Valentino e spesso i lunedì di Aprile e Maggio... chissà perchè...

Qui il link all'articolo originale tratto da Repubblica.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 17 febbraio 2011

Filastrocche e vecchi vecchi giochi

L'altra volta mi vennero in mente alcuni giochi che si facevano circa 10 anni fa, se non di più. Quelli che si facevano a scuola o sotto casa. Le varie penitenze del gioco della bottiglia, il carrarmato o il bacio o "io vengo dal Perù fammi quello che vuoi tu". O anche quelli che si facevano in casa, tipo l'uomo nero, in cui toccare tutto e tutti al buio era permesso. O il classico Nascondino o il Guardie e Ladri. Ore e ore passate la sera dopo intere giornate passate a giocare a pallone o a pallavolo a volte distruggendo lampioni, macchine e garages. Ricordo anche il gioco dei mimi o un due tre stella o la patata bollente. O il gioco dello schiaffo o ancora peggio dello schiaffo sempre più forte sulla mano ad eliminazione ad oltranza in cui perde chi con la mano rosso fuoco si ritira soffrendo. Per non parlare dello squash, degli allenamenti atletici prima del partitone contro un altro condominio e delle gite nell'indiana. Dei baci cronometrati per vedere chi dura di più in apnea e delle partite a porta romana. Fra le tante cose mi vennero in mente qualche filastrocca per vedere chi doveva iniziare o chi stava sotto.

Ambarabà Ciccì Coccò
tre civette sul comò
che facevano l'amore
con la figlia del dottore.
Il dottore si ammalò
Ambarabà Ciccì Coccò

Sotto il ponte di Baracca
c'è Mimì che fa la cacca.
La fa dura, dura, dura,
il dottore la misura.
La misura trentatrè
uno, due e tre.
uno, due e tre.

A mele mu
a mele mele mu, 
esci tu! 
esci tu!

La bella lavandaia che lava i fazzoletti
per i poveretti della città.

Fai un salto, fanne un altro,
fai la giravolta, falla un'altra volta,
fai la riverenza, fai la penitenza
guarda in su guarda in giù
dai un bacio a chi vuoi tu.

Consiglio questo sito in cui trovare Filastrocche da tutto il mondo, Ninne Nanne, Detti e Proverbi, e tantissimo altro.. http://www.filastrocche.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...