martedì 2 novembre 2010

7PC - GOLA O INGORDIGIA


I golosi si scavano la fossa coi denti.

Henri Estienne

All'inizio tu ti bevi un bicchiere, poi il bicchiere si beve un bicchiere, poi il bicchiere si beve te.
Francis Scott Fitzgerald

L'ingordigia è un rifiuto emotivo: è il segno che qualcosa ci sta divorando.
P.De Vries

La gola è il desiderio di ingurgitare più di quanto l'individuo necessita. È l'ingordigia di cibi e bevande.

Il peccato di gola coincide con un desiderio d'appagamento immediato del corpo per mezzo di qualche cosa di materiale che provoca compiacimento. É un'irrefrenabilità, un'incapacità di moderarsi nell'assunzione di cibo o, più in generale, nell'oralità (gli alcoolisti e i fumatori accaniti commettono peccato di gola).
Il rapporto col cibo è un problema serio che investe degli aspetti legati all'esistenza. Infatti, siccome il cibo è la prima condizione di esistenza, spetta al cibo e alla gola mettere in scena un tema che non è alimentare, ma profondamente esistenziale, perché va alla radice dell'accettazione o del rifiuto di sé.

Per la Chiesa cattolica è uno dei sette peccati capitali.

I simboli che rappresentano la gola sono il maiale e il colore arancione.


Livello di Facilità nel commettere il peccato: Facile
Colore associato: ARANCIONE




Foto: BackStage della mostra fotografica 7PC - I sette peccati capitali


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

Nessun commento: