Baaria di Tornatore girato in TUNISIA!

Assurdo leggere e scoprire che il nuovo film di Giuseppe Tornatore, BAARIA, che starebbe per BAGHERIA (Sicilia), sia stato girato in TUNISIA!
E tra le tante motivazioni, quella per cui i commercianti non abbiano concesso particolari autorizzazioni!
mafia mafia o mentalità mentalità.. non si andrà mai avanti in Sicilia!

Leggo da SiciliaInformazioni:

[…]
Nonostante la rilevanza del contributo siciliano allla Medusa di Berlusconi, gran parte delle riprese del film sono state girate in Tunisia. Per soddisfare le esigenze scenografiche è stata perfino trasportata dalla Sicilia larga parte del materiale occorrente: dalla luminaria completa della processione, alle cabine dello stabilimento balneare, alle porte delle case. Una delle ragioni di questa curiosa location riguarda proprio Bagheria. Tornatore avrebbe incontrato difficoltà per ottenere gli spazi per girare il film sul Corso principale. Pare che abbia atteso il consenso dei commercianti del luogo. Consenso che non sarebbe venuto perché non c’è stato accordo sull’indennizzo ai commercianti. Fosse così, questi ultimi avrebbero commesso un grosso errore. Il ritorno d’immagine di un film, specie se di successo, è straordinario. Ma l’avrebbe commesso anche la produzione: rinunciare alla città di Bagheria su un film interamente dedicato a Bagheria è davvero un errore di grammatica. Come se Woody Allen avesse girato Manhattan a Sidney.

Le attenzioni della produzione verso la location tunisina, comunque, sono state confermate dalla presenza del Presidente del Consiglio, Berlusconi, a Tunisi. Il Premier ha visitato il set, ricostruito negli studi cinematografici della capitale tunisina, ed ha poi reso omaggio, in forma privata, al Presidente della Tunisia, Ben Alì.

Per potere soddisfare le esigenze sceniche Giuseppe Tornatore ha ricostruito in Tunisia l’antico corso di Bagheria, la piazza principale con la Chiesa madre e la stazione ferroviaria.

Il film racconta Bagheria, città natale del regista, dagli anni ’30 agli ’80.
[…]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *