venerdì 29 maggio 2009

JetAmerica - Compagnia Low Cost Americana

Tratto da un interessantissimo blog che seguo giornalmente (travelblog.it) copio interamente questa notizia che farà felice moltissimi lettori (soprattutto chi attualmente vive a New York o lì vicino) che in passato mi avevano chiesto di una compagnia Low Cost americana.
Finalmente forse ci siamo...

TRATTO DA TRAVELBLOG.IT :

A partire dal prossimo 13 luglio 2009 la neonata JetAmerica solcherà i cieli statunitensi con 34 voli settimanali, tutti effettuati da velivoli Boeing 737-800 e tutti con partenza dall’aeroporto di Newark, formalmente scalo del New Jersey ma in pratica terzo aeroporto di New York City.

Tutti i voli, come detto, decollano da Newark con destinazione Toledo (Ohio), South Bend (Indiana), Melbourne (Florida), Minneapolis (Michingan). Non sono città di “prima scelta” per i turisti, ma potrebbero rivelarsi utili in caso di triangolazioni (ad esempio Melbourne è a sole 3 ore di auto da Miami), anche perchè, almeno per il momento, i voli sono in promozione con prezzi a partire da 28 dollari, tasse incluse, per un volo a/r.

Per tutte le informazioni del caso non vi resta ovviamente che visitare il sito di JetAmerica.

Un saluto a Travelblog e alla sua redazione.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 27 maggio 2009

Il Blog di Ale206 e Wikio

A partire da oggi questo blog sarà indicizzato (oltre che sui principali motori di ricerca) anche su Wikio! Cliccando sul pulsante Wikio a destra potrete selezionare il vostro lettore di Feed Rss così da seguire sempre tutti i post di questo blog non perdendone nemmeno uno.Gli utenti di Windows Vista e Mac potranno anche scegliere di leggere gli ultimi post direttamente dal proprio Desktop!


Wikio
è un motore di ricerca di news compilato direttamente dai propri utenti. Monitora migliaia di fonti d'informazione, estraendo in particolare in tempo reale le notizie di agenzia che classifica tematicamente per poi archiviarle in un database di milioni di documenti. L'archiviazione degli articoli si basa sulla pertinenza delle notizie e della popolarità di queste espressa dai lettori che votano, commentano o che scrivono a loro volta degli articoli.
Wikio è stato creato da Pierre Chappaz, fondatore di Kelkoo, e Laurent Binard. Il servizio è stato ufficialmente lanciato il 19 Giugno 2006 dopo una fase di test che ha visto coinvolti piu di 27.000 beta-testers.
A differenza dei motori di ricerca di news attuali come Google News o Yahoo! Notizie, Wikio cerca le notizie sia nei media classici che nei blog. A novembre 2007 indicizzava 13.143 fonti di informazioni di cui 11.851 blog.
Wikio dispone di una pagina dedicata esclusivamente ai blog, dove le "discussioni" tra blog vengono aggregate.

Fonte: Wikipedia


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sabato 23 maggio 2009

Viaggiare Sicuri - Tutto ciò che bisogna sapere per un viaggio nel mondo

Un altro utilissimo e interessantissimo sito che non può mancare a chi è appassionato di viaggi o a chi sta per intraprendere un viaggio fuori dall'Europa.
Realizzato dal Ministero degli Affari Esteri, VIAGGIARESICURI fornisce un focus sugli ultimi avvisi e consigli del momento e selezionando il Paese di destinazione vi fornirà tuttò ciò che dovete sapere riguardo al prezzo del Visto e alla sua durata, le vaccinazioni obbligatorie e consigliate, validità della patente, etc..
Un sito davvero completo che mostra anche gli indirizzi e il contatto di ciascuna ambasciata italiana nel Paese di cui stiamo visionando le informazioni, il meteo attuale e altre informazioni generali su moneta, popolazione, estensione e religione.
Come avevo scritto in un post precedente, consiglio sempre di registrarvi sul sito dovesiamonelmondo in modo da essere subito avvisati dal Ministero in caso di particolari evenienze.


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 22 maggio 2009

SPELLING INTERNAZIONALE

In viaggio all'estero, fuori dall'Italia e dalla Sicilia (che è sempre italia!) se volessimo fare lo SPELLING e cioè pronunciare lettera lettera una qualsiasi parola, sarà opportuno usare questo spelling internazionale, dato che i "nostri" D di Domodossola o A di Ancona potrebbero non essere facilmente compresi in INDIA o altrove!

A - Alpha (AL fah)
B - Bravo (BRAH voh)
C - Charlie (CHAR lee *or* SHAR lee)
D - Delta (DELL tah)
E - Echo (ECK oh)
F - Foxtrot (FOKS trot)
G - Golf (GOLF)
H - Hotel (hoh TELL)
I - India (IN dee ah)
J - Juliett (JEW lee ETT)
K - Kilo (KEY loh)
L - Lima (LEE mah)
M - Mike (MIKE)
N - November (no VEM ber)
O - Oscar (OSS cah)
P - Papa (pah PAH)
Q - Quebec (keh BECK)
R - Romeo (ROW me oh)
S - Sierra (see AIR rah)
T - Tango (TANG go)
U - Uniform (YOU nee form *or* OO nee form)
V - Victor (VIK tah)
W - Whiskey (WISS key)
X - X-ray (ECKS ray)
Y - Yankee (YANG kee)
Z - Zulu (ZOO loo)

Foto By: louisebrock82

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 21 maggio 2009

l'Università di Palermo e il 5x1000

Pubblico qui una email inviata da una mia affezionatissima lettrice riguardo ad una curiosa proposta da parte del Magnifico Rettore dell'Università di Palermo, Roberto Lagalla, di devolvere il 5x1000 al finanziamento della ricerca scientifica e dell'università (di Palermo o italiana? questo è poco chiaro).
Con questa non voglio andare contro l'organizzazione universitaria, ma magari sottolineare che prima di richiedere un qualunque tipo di donazione si dovrebbero migliorare alcuni servizi e dimostrare che si stia realmente facendo qualcosa almeno per conquistare qualche posto nella classifica delle migliori università in tutta Italia (al 2008 l'UNIPA è al PENULTIMO posto su 60! - fonte ilsole24ore - e nella classifica delle migliori università del mondo, la prima italiana si piazza solo al posto 192! - fonte businessonline -).

**********************
...buongiorno… Questo è un messaggio per chi non è ancora laureato completamente e ufficialmente non è un personaggio stipendiato e produttivo per lo stato italiano…e per l'eccellentissima università degli studi di palermo aggiungerei io….e naturalmente mi rivolgo anche a chi come me ha ricevuto lo sberleffo del neo rettore onorevolissimo Lagalla. Dovete sapere che il personaggio in questione (o meglio il suo ufficio stampa…) ha inviato via mail a tutti i laureati [E NON, ndr.] dell'università di palermo una richiesta di destinazione del 5x1000 alla suddetta università! Ma vi pare che dopo tutto quello che da studente ho dovuto sopportare in questi lunghi 6 anni gli vado a regalare pure il mio misero 5x1000?? Anche perché se il database dell'Uni ha la mia mail, avrebbe potuto nell'arco di questo anno appena trascorso contattarmi per propormi offerte di lavoro adatte al mio calibro di ingegnere. E invece che fanno? Ti scrivono per chiederti soldi! Al solito! E non si accertano nemmeno se li stai guadagnando o meno i soldi, è questa la follia!! Comunicate alle folle quanto accade nella assolata Palermo! Sarà stato un colpo di calore?? Va bien…Scusate lo sfogo, era solo per aggiornarvi (ammesso che questa notizia folle non si fosse già diffusa in quel di Palermo). Ciao e a presto. Rossella
**********************

Forse qualcuno saprà dare qualche risposta a lei e a chi ha magari storto un po' il naso ricevendo quella email.

foto: Lettera del Rettore dell'Università di Palermo


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 20 maggio 2009

Viaggi Last Second e Last Minute

Ricordandovi un mio passato post su preziosissimi link per Voli e Viaggi LOW COST [vai al post], voglio assolutamente segnalare un nuovo sito creato da Alpitour che un po' tipo il sito lastminute.com e Edreams permette di scegliere qualche pacchetto viaggio in offerta speciale o ricercare qualche volo.
Sebbene al momento non copra proprio tutto il mondo, è interessantissima la funzione dei VOLI LAST SECOND! E' possibile anche trovare voli in partenza per OGGI prenotabili fino a 3 ore prima della partenza! e al momento in cui scrivo i prezzi non sono affatto male!
Il sito si chiama Jeans Alpitourworld.com.
Dategli un'occhiata!

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 19 maggio 2009

Skyscrapercity - Architettura, Urbanistica, Progetti di tutte le città del mondo

Segnalo un interessantissimo sito rivolto ad architetti e appassionati di strutture e di progetti in fase di realizzazione in tutte le città del mondo.
E' essenzialmente un forum in cui è possibile trovare informazioni, foto e descrizioni di progetti realizzati o in costruzione in città sia italiane che straniere.
Grattacieli, Strutture Sportive, Ponti e tutto ciò che riguarda l'urbanistica mondiale.
Davvero interessante!
P.S.: dalla pagina principale cercate il FORUM ITALIANO :)

Vai al sito: www.skyscrapercity.com


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 18 maggio 2009

Cityrailways - Metro Tram e Trasporti Pubblici Italiani


Un interessantissimo e utilissimo sito su TUTTE le METRO e Trasporti Pubblici delle maggiori città italiane con aggiornamenti, progetti futuri, informazioni utilissime, dettagli di tutte le reti e dei treni.
Disponibile anche la rivista ufficiale da scaricare in PDF!

Vai al sito: www.cityrailways.net

In foto la mappa della metropolitana / tram di Palermo nel 2015


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 17 maggio 2009

Coffe shop in Olanda tramite Badge!

Al coffee shop solo se identificati con un apposito badge. Otto comuni di confine, in Olanda, hanno dichiarato guerra al turismo della droga con l’avvio, dal 2010, di una schedatura dei consumatori. Chiunque vorrà acquistare marijuana dovrà munirsi di un apposito documento, con tutti i dati identificativi, da esibire nei coffee shop, che da normali esercizi si trasformeranno in club, di cui sarà necessario essere membri.

Ad annunciare le restrizioni sono stati i comuni olandesi della provincia del Limburgo (dove si trova la città di Maastricht), che confina a est con la Germania ed a ovest con il Belgio, assieme alle province di Eindhoven ed Enschede, un po’ più a nord. Tra tedeschi, francesi e belgi sono circa quattro milioni le persone che ogni anno passano il confine per comprare legalmente delle droghe in questa parte dei Paesi Bassi.
La metà si reca a Maastricht. Nella pratica, scrivono i quotidiani olandesi, il progetto pilota prevede che i clienti si rivolgano al proprietario di uno della trentina di coffee shop della regione, il quale si occuperà della registrazione. [...]

Fonte: mondoviaggiblog.com
Immagine: nymag.com

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sabato 16 maggio 2009

Ti Amo in TUTTE le lingue del Mondo!

Africano Mena Tanda Wena
Afrikaans (Lingua parlata in Sud Africa dai discendenti degli olandesi) Ek is lief vir jou, Ek het jou liefe
Albanese Te dua, Te dashuroj, Ti je zemra ime
Alentejano (Lingua parlata nel Portogallo meridionale) Gosto te di porra
Alsaziano (Dialetto franco-tedesco parlato in Francia tra il Reno e i Volgi) Ich hoan dich gear
Amarico (Lingua ufficiale dell'Etiopia ma nella regione se ne parlano almeno 80) Ewedishalehu, Ewedihalehu
Apache Sheth shen zhon
Arabo Ooheboki (a una donna), Ooheboka (ad un uomo) Ohiboke, Ohiboki, Ana behibek, Ana Behibak, Ahebich, Ib'n hebbak
Armeno Yes kez si'rumem
Ashanti (Dialetto parlato in Ghana) Me dor wo
Asheghetam, Doostat darm
Assamese (Lingua parlata nello stato indiano dell'Assam) Moi tomak bhal pau
Basco Maite zaitut, Nere maitea
Bassa (Lingua parlata in sud Africa) Mengweswe
Batak (Lingua parlata nella parte settentrionale di Sumatra - Indonesia - ) Holong rohangku di ho
Bemba (Lingua parlata in Africa) Ndikufuna
Bengali (Lingua parlata nello stato indiano del Bengala e in Bangladesh) Aami tomaake bhaalo baashi, Ami tomay bhalobashi, Ami tomake bhalobashi
Berbero Lakh tirikh
Bicol (Dialetto parlato nelle filippine) Namumutan ta ka
Birmano Chit pa de
Bosniaco Volim te
Braille ..|..||..-.. . ''..,.;
Brasiliano amo você
Bulgaro Obicham te, As te obeicham, Obozhavam te
Cajun (Dialetto francese parlato in Louisiana) Mi aime jou
Cambogiano Kh_nhaum soro_lahn nhee_ah, Bon sro lanh oon
Canadese (Francofoni) Sh'teme
Catalano T'estimo, T'estim molt
Cebuano (Linguaggio parlato nelle Filippine) Gihigugma ko ikaw
Ceco Miluji te, Ma'm te ra'da
Chamorro (Antica lingua parlata a Guam e nelle Marianne) Hu guaiya hao
Cherokee Aya gvgeyu i'nihi
Cheyenne Ne mohotatse
Chichewa (Lingua parlata nello stato centroafricano del Malawi) Ndimakukonda
Chickasaw Chiholloli
Cinese Goa ai li (Amoy), Ngo oi ney (Cantonese), Wo oi ney (Cantonese), Ngai oi gnee (Hakka), Wa ai lu (Hokken),
Wo ai ni (Mandarino), Wuo ai nee (Mandarino), Wo ai ni (Putunghua), Ngo ai nong (Wu)
Coreano Saranghae, Saranghaeyo, Tangsinul, Dangsinul saranghee yo, Nanun dangsineul joahapnida, Nanun dangsineul mucheog saranghapnida, Tangshini choayo
Corso Ti tengu cara
Creolo (Dialetto francese con contaminazioni inglesi e tedesche parlato ad Haiti) Mi aime jou
Croato Ja te volim, Ljubim te, Volim te
Curdo Ez te hezdikhem
Cyber I lv u
Gallese Rwy, dy garu di, Yr wuf i yn dy faru dj
Giapponese Kimi o ai shiteru, Aishiteru, Chuu shiteyo, Ora omee no koto ga suki da, Suitonnen, Sukiyanen, Sukiyo, Watashi wa anata ga suki desu, A i shi te ma su, Watakushi wa anata wo ai shiasu
Giavanese Kulo tresno
Greco S'agapo, Eime eroteumenos mazi sou, Eime eroteumeni mazi sou, Se latrevo, Se thelo
Greco Antico Agapo Su
Groenladese Asavakit
Gronings (Dialetto olandese) Ik hol van die
Guarani (Una delle lingue ufficiali del Paraguay) Rohiyu
Gujrati (Lingua parlata nello stato indiano del Gujrat e in Pakistan) Hoon tane pyar karoochhoon, Hoon tuney chaoon chhoon
Hausa (Lingua parlata in Nigeria) Ina sonki
Hawayano Aloha wau ia oe
Hindi Mai tumase pyar karata hun, Mai tumse peyar karta hnu, Mae tumko peyar kia, Main tumse prem karta hoon
Hopi (Lingua parlata da tribu' indiane del Nord America) Nu'umi un angwa'ta
Ibaloi (Dialetto parlato nelle Filippine) Pip piyan tana, Pipiyan ta han shili
Ilocano (Dialetto parlato nelle Filippine) Ay ayating ka
Indonesiano Saya cinta padamu, Saya cinta kamu, Saja kasih saudari, Aku tjinta padamu
Inglese I love you, I adore you
Interglossa (Linguaggio artificiale inventato attorno al 1940) Mi este philo tu
Italiano Ti Amo
Irlandese Taim i' ngra leat
Irlandese-Gaelico T'a gr'a agam dhuit
Islandese Eg elska thig
Kankana (Dialetto parlato nelle Filippine) Laylaydek sik a
Kannada (Lingua parlata nello stato del karnataka, India merid.) Naanu ninn anu preethisuthene, Naanu ninnanu mohisuthene
Kikongo (Lingua parlata nello Zaire) Mono ke zola nge
Kiswahili (Kenya) Mimi nakupenda wewe
Kiswahili Nakupenda, Nakupenda wewe, Nakupenda malaika
Klingon (Lingua parlata in Star Trek) qumuSHa', qaparHa', qaparHa'qu'
Kpele (Lingua parlata in Africa) I walikana
Lao (Lingua parlata in Laos e nel nord della Thailandia) Khoi hak jao, Khoi mak jao lai, Khoi mak jao
Lappone Mon rahkistan tonu
Latino te amo
Lettone Es tevi milu, Es milu tevi
Libanese Bahibak
Lingala Nalingi yo
Lingo Me molas tronca
Lituano Tave myliu, Ash mir lutavah
Luo (Lingua parlata in Kenya) Aheri
Lussemburghese E ch hun dech ga''r
Maa Ilolenge
Macedone Te sakam, Te ljubam
Malese/Indonesiano Saya cintakan kamu, Saya cinta pada mu, Aku cinta pada mu, Saya cintakan awak, Adu menyayangi mu, Aku jatuch cinta pada mu
Malayalam (Lingua parlata nello Stato indiano di Kerala) Ngan ninne snaehikkunnu, Njyaan ninne' preetikyunnu
Maltese Jen inhobbok
Marathi (Lingua parlata a Bombay e nello stato indiano del Maharastra) Mi tuzya var prem karato, Me tujhashi prm karto, Me tujhashi prm karte
Marocchino Kanvhik, Kankebek
Marshallese (Lingua parlata nelle isole Marshall - Pacifico -) Yokwe yuk
Maya 'in k'aatech, 'in yabitmech
Mohawk (Lingua parlata dalle tribu' indiane della zona est) Konoronhkwa
Mokilese (Lingua parlata a Mokil e Ponape) Ngoah mweoku kaua
Navaho Ayor anosh'ni
Ndebele (Lingua parlata in Zimbawe) Niyakutanda
Norvegese Jega esker deg, Eg elskar deg
Nyanja (Lingua parlata in Africa) Ninatemba
Danese Jeg elsker dig
Dusun (Lingua parlata dalla tribu' Dusun, una delle piu' grandi del Borneo Sett.) Siuhang oku dia
Ebraico Anee ohev otakh, Anee ohevet othkha, Anee ohevet otakh
Esperanto Mi amas vin
Estone Mina armastan sind, Ma armastan sind
Etiope Afgreki'
Farfallino Tifi Afamofo
Farsi (Lingua parlata in Iran e in alcune zone del Pakistan e dell' Afhanistan) Tora dost daram, Fiammingo Ik Zie oe Geerne
Filippino Mahal ka ta, Iniibig kita, Mahal kita
Finlandese Rakastan sua, Ma'' tykka a n susta
Francese Je t'aime, Je t'adore, J' t'aime bien, Je vous aime
Francoprovenzale Të voulou ben
Gaelico Tha gradh agam ort
Olandese Ik hou van je, Ik hou van jou, Ik ben verliefd op jou
Op (Linguaggio di gioco) Op lopveop yopuop
Ossezziano Aez dae warzyn
Pakistano Mujhe tumse muhabbat hai, Muje se mu habbat hai
Palestinese Anee omev otach
Papiamento (Lingua parlata nell'isola di Aruba e nelle Antille Olandesi) Mi ta stima 'bo
Persiano Tora dost daram
Polacco Kocham cie, Kocham ciebie, Ja cie kaocham (slang)
Portoghese Eu te amo, Amo te
Pulaar (Dialetto parlato in Senegal dalla gente Fulani) Mbe de yid ma
Punjari Main tainu pyar karna, Mai taunu pyar karda
Quechua boliviano Qanta munani
Quechua ecuadoregno Canda munani
Quenya (Lingua degli elfi inventata da Tolkien) Tye-mela'ne
Rumeno Te iubesc
Russo Ya tyebya Lyublu, Ya vas lyublyu
Samoano Ou te alofa outou, Ou te alofa ia te oe
Scozzese-Gaelico Tha gradh agam ort
Serbo Ja val volim, Volim vas
Shona (Lingua parlata nello Zimbawe) Ndinokuda
Sioux Techihhila
Singalese (Lingua parlata in Sri Lanka) Mama oya 'ta' a' darei
Siriano Bhebbek, Bhebbak
Slovacco Lubim ta
Sloveno Ljubim te
Spagnolo Te amo, Te quiero, Te adoro, Me antojis
Sudanese Nan nyanyar do
Suomi Mina rakastan
Svedese Jag a iskar dig
Svizzero tedesco Ch'ha di ga''rn
Swahili (Linguaggio parlato da molte tribu' - est Africa -) Naku penda, Ninikupenda, Dholu'o
Tahitaiano Ua here au ia oe, Ua here vau ia oe
Tailandese Ch'an rak khun
Taiwanese Gua ai li
Tamil (Lingua parlata nel sud dell'India, a Sri Lanka e in altre regioni asiatiche) Naan unnai kadalikiren, Nan innai kathlikaren, Nam vi'rmberem
Telugu (Lingua parlata nell'Uttar Pradesh) Ninnu premistunnanu, Neenu ninnu pra' mistu 'nnanu, Nenu ninnu premistunnanu
Tedesco, Ich liebe dich, Ich hab dich lieb
Thai Phrom rak khun, Phom ruk koon, ch'an rak khun, Khao raak thoe
Tswana Dumela
Tunisino Ha eh bak
Turco Sizi seviyorum, Seni seviyorum, Seni begeniyourum
Twi (Lingua parlata in Ghana) Me dowapaa
Ucraino Ya tebe kokhayu, Ja tebe kokhaju, Ja vas kokhaiu, Ja pokikhav vas
Ungherese Szeretlek
Urdu (Lingua parlata in Pakistan India) Mani tumse muhabbat karta hoon, Mujhe tumse mohabbat hai, Kam prem kartahai, Mujhe tum se piyaar hai
Vai (Lingua parlata in Africa) Na lia
Vdrmldnska (Lingua parlata in Svezia) Du dr gvrgo te mdg
Vietnamita Anh yeau em, Em yeau anh, Toi yeu em
Volappa ''K (Linguaggio artificiale inventato da Schleyer nel 1880) La' fob oli
Wolof (Lingua e non dialetto del Senegal) dama la nopp.(Un grazie a Stefano A. per la correzione)
Yiddish Ikh hob dikh lib, Ich libe dich, Ich han dich lib, Kh'ob dikh holt, Ikh bn in dir farlibt
Zulu Mena tanda wena Ngiyakuthanda
Zuni (Lingua parlata da indiani del Nord America) Tom ho'ichemaa


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 15 maggio 2009

Earthquake.it - Mappe dei Terremoti in Tempo Reale

Un particolarissimo sito in cui è possibile visualizzare la localizzazione di tutti i terremoti nel mondo con le loro intensità e con utilissime informazioni a riguardo.

Vai al sito: www.earthquake.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 14 maggio 2009

Marine Traffic - Navi in tempo reale


Un particolarissimo sito che grazie alla visualizzazione tramite Google Maps permette di vedere IN TEMPO REALE le posizioni, i nomi e le caratteristiche di tutte le navi presenti nei nostri mari!


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 13 maggio 2009

Dove Siamo nel Mondo

"Dove siamo nel mondo" è un servizio del Ministero degli Affari Esteri che consente agli italiani che si recano temporaneamente all'estero di segnalare - su base volontaria - i dati personali, al fine di permettere all'Unità di Crisi, nell'eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza, di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso. In tali circostanze di particolare gravità è evidente l'importanza di essere rintracciati con la massima tempestività consentita e - se necessario - soccorsi.

E' possibile effettuare le segnalazioni in una banca dati (custodita ai sensi della vigente normativa sulla protezione dei dati personali) a partire da 30 giorni prima del viaggio. I dati sono automaticamente cancellati 2 giorni dopo la data di fine viaggio indicata.

E' possibile effettuare la segnalazione del viaggio tramite:

* WebWeb
* SMSSMS
* TelefonoTelefono

I dati verranno utilizzati solo in casi di comprovate e particolarmente gravi emergenze come le grandi calamità naturali, gli attentati terroristici, le evacuazioni, etc.

I dati relativi al viaggio che si intende effettuare all'estero verranno utilizzati esclusivamente a fini istituzionali, per consentire cioè di essere rintracciati in casi di emergenze di particolare entità e gravità. La segnalazione del viaggio da parte di un connazionale non comporta per il Ministero Affari Esteri obblighi aggiuntivi rispetto a quanto previsto dalla vigente normativa in materia di assistenza ai connazionali all'estero e non implica un trattamento diverso rispetto a quanti non si sono registrati. La segnalazione inoltre non comporta alcun obbligo aggiuntivo per il connazionale che la effettua.
Grazie alla registrazione del tuo viaggio, l'Unità di Crisi può stimare in modo più preciso il numero dei connazionali presenti in aree di crisi, individuarne l'identità e pianificare gli interventi di assistenza qualora sopraggiunga una grave situazione d'emergenza.

L’Unità di Crisi è una struttura del Ministero degli Affari Esteri che agisce, in collegamento con gli Organi istituzionali dello Stato, per far fronte al crescente numero di situazioni di emergenza che coinvolgono interessi italiani all’estero o mettono in pericolo l’incolumità dei connazionali. Ha il compito istituzionale di assistere i connazionali e tutelare gli interessi italiani all’estero in situazioni di emergenza.

Testo preso direttamente dal sito: www.dovesiamonelmondo.it


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

domenica 10 maggio 2009

EnemyTrip Part 3/3 - Ritorno a Milano

2 Maggio. Ultimo giorno a Bali
Ultimo giorno dall'altro lato del mondo e ultimo giorno di vacanza.
Per la prima volta in vita mia per soli 100000 Rupiah faccio un mini corso di Surf e riesco quasi subito a surfare qualche piccola onda, ma anche a cadere la maggior parte delle volte e a bere abbastanza acqua dell'oceano indiano! Chissà perchè il mio istruttore di Surf si posizionò proprio di fronte delle donne in topless per spiegarmi la posizione corretta per fare surf.
Distesi sulla tavola, piedi infondo, gambe unite e braccia aperte per trovare il giusto bilanciamento. Poi appena sta per arrivare l'onda cominciare a remare con le braccia e appena presi dall'onda subito su e surfare. Sembra facile. In realtà non è così. Non così complicato, ma nemmeno banale.
Forse la cosa più difficile e stancante è tornare al largo contro onde alte circa 2 metri!
Dopo un breve giro con Sonia è l'ora dei massaggi da Maya. Non a casa sua e niente "Happy Ending" o "more massage?", ma dove lavora lei in un centro massaggi, Dupa Spa.
Ora sarà che era la prima volta che andavo a farmi fare dei massaggi, o che Maya mi piaceva davvero tanto, o che era realmente brava, ho passato qualche ora fantastica con lei e con i massaggi più belli della mia vita!
Parlando con lei durante i massaggi mi resi conto di come per un abitante di Bali sia quasi impossibile allontanarsi da quell'isola, o di quanto le ragazze siano generalmente molto timide e imbarazzate e di quanto siano colpite e attratte da un tipo europeo.
Spesso sono loro a rivolgerti la parola e a cercare il dialogo, basta uno sguardo e un sorriso. Parlammo parecchio. Era dispiaciuta che sarei ripartito il giorno dopo. Non aveva internet a casa e con i risparmi che aveva messo da parte in 3 anni non avrebbe potuto mai comprare un biglietto per l'Italia. Forse magari avrebbe potuto fare il passaporto, ma forse non sarebbe riuscito nemmeno ad usarlo. In 22 anni non si era mai allontanata da quell'isola.
Rimasi ancora un pò a parlare con Maya dopo l'ora di massaggio in tutto il corpo. Le accarezzai il viso e le coscie. Ci scambiammo i numeri di telefono e provai a inviarle un messaggio, ma non ci vedemmo più.
La notte tornai a fare un giro per locali.
Ero stanchissimo e l'indomani la sveglia era alle ore 8. Tornai in hotel verso le 3.30.

3 Maggio - Ritorno
Era parecchio che non sentivo quell'incredibile voglia di non voler partire, di non tornare in Italia e rimanere lì ancora per qualche giorno. Almeno un ultimo giorno. Si ritorna a Singapore quasi contrattando anche il visto alla dogana per uscire dall'Indonesia.
Qualche ora passata a mangiare in un'altra food court sulla East Cost e poi ritorno a Milano facendo scalo ad Amsterdam.
Come scrisse Natalie in una sua cartolina:


"Ogni mondo è paese ma a Bali si può realmente perdere la consapevolezza di essere circondati da luoghi comuni."
Con affetto.


Federico
: il mio ottimo assistente fotografo. Mi salva ben 3 volte dalla possibilità di ammalarmi con i suoi vestiti di ricambio sempre pronti e aportata di mano. Con il suo sorriso vincente viene circondato dalle prostitute a Orchar Tower e mi da la possibilità di conoscere Lia.
Oggetti perduti: Nessuno.

Filippo: Unico e inseparabile compagno di viaggi. La sua presenza fa la differenza. Talmente pazzo da buttardi in piscina vestito alle 4 di notte e io da seguirlo!
Oggetti persi: Macchina Fotografica.

Pietro: Ormai adottato da Singapore, se non fosse lì a lavorare probabilmente nessuno di noi avrebbe mai saputo dove fosse questa città-stato e anche sapendolo, nessuno avrebbe mai pensato di andarci!
Singapore e l'Indonesia devono 8 turisti a Pietro.
Oggetti Persi: Forse qualche dollaro di Singapore.

Pietro QG Rocco: Nonostante la sua fama e le sue Doti Naturali, si conferma un uomo con le strozzature. Un vero peccato per lui, una fortuna per il resto del mondo.
Oggetti persi: Telefonino.

Natalie: L'unica presenza femminile spezza il gruppo di soli uomini ma rende migliore la convivenza di esseri "Guagliardo" tutti insieme. Sua l'ultima frase del mio racconto. Se la merita.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

sabato 9 maggio 2009

EnemyTrip Part 2/3 - BALI

29 Aprile. Bali
Già solo guardando l'aeroporto Ngurah Rai mentre l'aereo sta per atterrare capisci di essere in Indonesia, un Paese essenzialmente islamico anche se Bali è per il 90% induista. Lo stile è quello: tetti in legno o fili di cocco, strutture che sembrano templi indù e statue di demoni a volte quasi inquietanti.
Il visto turistico di una settimana a Bali costa 150000 Rupiah, l'equivalente di circa 10 euro. Si paga anche l'uscita dall'isola allo stesso prezzo, ma nessuno te lo dirà fino all'ultimo controllo.
A Bali il clima è un pò più sopportabile ma fa sempre caldo e raggiunge e mantiene l'ideale "temperatura Alessio" di 26-28 gradi.
Anche qui non mancano i temporali intensi ma brevi e improvvisi.
Tipico di Bali è la gente che ti assilla per farti comprare la sua roba, per farti entrare nel suo negozio e addirittura all'arrivo all'aeroporto per farti cambiare il denaro nel proprio cambio ad un tasso di interesse parecchio variabile.
Con 50000 Rupiah, circa 3 euro, un taxi ci accompagna all'Hotel dove dormirò per circa 10 euro a notte. Piscina, bagno in camera, Filippo in camera, topless e tanto relax: è d'obbligo per me un primo giro-foto.
La spiaggia è immensa, e la riva si estende per metri prima di arrivare a toccare l'acqua.
Moltissimi fanno surf sulle instancabili onde mentre verso la strada, sempre in spiaggia, parecchia gente si ripara all'ombra di palme e alberi, altri vendono piatti tipici al prezzo di circa 1 euro, venditori ambulanti sistemano le proprie cose, altri affittano tavole da surf, altri giocano a scacchi seduti in spiaggia o sul muretto che delimita la sabbia dalla strada. La gente è socievole. I venditori si mettono in posa non appena mi vedono che sto scattando loro una foto e sorridono sempre non appena entri in un negozio.
L'hotel è infondo ad una stradina piena di negozietti di souvenir, falsi d'autore, conchiglie, qualche internet point, qualche ristorante dove si può mangiare a sazietà con 3-4 euro. Per la strada spesso bambini chiedono l'elemosina, spesso la gente è seduta o distesa per terra sperando che qualche turista dia loro qualche rupiah. La notte in questa stessa strada le stesse persone a volte dormono distese sopra alcuni marciapiedi davanti ai negozi.
Milioni di motorini che non seguono nessun ordine. Qualcuno che conduce uno di questi spesso ti chiede se hai bisogno di un passaggio in cambio di qualche rupiah.
Un sacco di taxi, non esistono autobus. Qualche carrozza aspetta qualche turista.
Con un milione di Rupiah, circa 70 euro, potresti vivere lì parecchio tempo e fare il PACHA e sentirti realmente milionario!
Per strada un intenso odore di incenso e per terra dei piccoli cestini fatti di foglie di palma e pieni di fiori, qualcosa da mangiare e a volte con una piccola offerta di 1000 Rupiah,
A quanto pare le preghiere avvengono per strada, muovendo l'incenso e pregando 3 dei indù per il successo, salute e ringraziandoli della vita. Alla fine della preghiera qualche chicco di riso viene posto sulla fronte.
Cammino in infradito e pantaloncini tra i numerosi negozi di surf, scarpe, infradito, RipCurl, Ralph Lauren, Kfc, Mc Donalds... Ovunque il prezzo va contrattato e spesso riesci a comprare anche alla metà di ciò che ti viene richiesto.
Molte donne per strada ti propongono di fare un massaggio e ti riempiono di volantini con i loro prezzi.
La prima giornata passa in fretta. La notte in una discoteca, tutte con entrata libera, conosco Ayuk e Maya, due ragazze di Bali. E' incredibile come sia facile e divertente parlare con le ragazze del posto.
L'altezza media di un indonesiano sarà circa di 1,60/1,70 ma rimango stupito dell'altezza di Ayuk non appena scesa dallo sgabello su cui era seduta: circa 1,45 e poca voglia di crescere!
Maya invece più alta, bellissima, con un sorriso fantastico anche se parecchio timida, molto riservata e con poca conoscenza dell'inglese..

30 Aprile. Tempio delle scimmie.
Con circa 30 euro a Bali puoi affittare un furgoncino con autista per girare l'isola. Con circa 140km di diametro l'isola non è per niente piccola e date le strade piccolissime e trafficatissime che vanno da nord a sud, arrivare da un punto a un altro richiede anche parecchie ore.
In 9 su un pulmino da 7 posti decidiamo di andare al tempio delle scimmie: un piccolo tempio a nord di Denpasar, capoluogo di Bali, la cui caratteristica sono proprio le scimmie libere che giocano tra loro e a volte importunando i turisti cercando di fregar loro le cose dalle mani e dalle tasche, soprattutto se cibo.
Da li ci spostiamo in un posto, apparentemente una casa, dove vendono oggetti in argento. Anche qui riesco a contrattare per i miei oggetti con la carinissima e simpaticissima commessa a cui lascerò anche un mio contatto.
Notte in giro per Legian Road,piena di locali. Per la strada oltre alle continue richieste di taxi o di passaggi in moto, parecchie persone cercando di vendere droga, marijuana e del liquido che aumenti l'effetto dell'alcool se sciolto nei cocktail.
In uno dei posti dove qualche anno fa ci furono degli attentati terroristici all'entrata sono presenti dei poliziotti armati di fucile.
In uno di questi conosco Lia, con la quale passo la serata...

1 Maggio - Mother's Temple
Mentre in Italia si festeggia la festa dei lavoratori, continuo la mia visita a Bali insieme al mio gruppo sempre perfetto.
Ci rechiamo in uno dei templi più grandi e importanti di Bali nonchè uno dei più caratteristici dell'Indonesia: the Mother's Temple. (Nessuno ha mai capito quale madre fosse...)
Qui le costruzioni hanno i tipici tetti neri fatti in fili di cocco. Poco prima di arrivare, un poliziotto ci ferma chiedendoci 50000 Rupiah ciascuno per poter continuare la strada col furgoncino affittato la mattina.
In uno di questi templi una guida ci spiega e ci coinviolge in una tipica preghiera. Mani unite con un fiore preso da uno di quei cestelli fatti con le foglie di palma, silenzio per pregare e fiore sull'orecchio destro. La cosa si ripete mettendo un altro fiore sull'orecchio sinistro, e poi con dell'erba sui capelli e poi il riso sulla fronte dopo essere stati bagnati da un'acqua benedetta e particolarmente profumata.
Immancabile l'offerta alla fine da inserire nell'apposita cassetta. Mentre camminiamo noto due donne: una con le mani sulla testa dell'altra a controllarla, come per toglierle i pidocchi. Non era la prima volta che vedevo questa scena lì. Alcuni bambini invece, cercano insistentemente di vendere cartoline a volte ripetendo senza mai fermarsi una sorta di cantilena seguendomi per metri.
Visitiamo anche il tempio dell'elefante, ma dopo quello precedente non colpisce affatto.
Nella strada per il ritorno, fermi a un supermarket per mangiare qualcosa, una ragazza alla cassa rivolge lo sguardo verso di noi e sentendosi osservata sorride. La sera rivedo dopo tanto tempo Sonia, una ragazza portoghese che conobbi a Londra e che da ora si unirà al gruppo.
Appena prima di tornare a dormire, distrutti da chilometri a piedi, mi fermo per un'ultima birra in un locale dove incontro ancora Maya e con cui rimango un pò a parlare. La luna sull'equatore sembra diversa: la gobba invece di essere a sinistra o a destra è in alto o in basso.

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

venerdì 8 maggio 2009

EnemyTrip Part 1/3 - SINGAPORE

25-26 Aprile. Partenza da Milano per Singapore
Faccio scalo ad Amsterdam, hub della KLM e uno degli aeroporti più grandi che abbia mai visto.
Dall'aereo, vicino la "capitale dei Coffee Shop", si vedono numerose petroliere ferme forse ad aspettare che il prezzo del petrolio aumenti. Accanto, sempre in mare, distese di pale eoliche.
In aeroporto "gabbie" di vetro adibite ai fumatori. Ho provato a star dentro: la sensazione è orribile!
Da "non assiduo fumatore" la puzza di fumo è incredibile! I pochi aeratori non riescono ad aspirare tutto il fumo generato dalle decine di sigarette accese e la gente fuori osserva i presenti nella gabbia come meschini animali.
Controllo passaporto e volo per Singapore.
Arrivo circa 10 ore dopo e con un fuso orario di più 6 ore rispetto all'Italia. A solo un grado nord rispetto all'equatore il clima è caldissimo e umidissimo.
Da una minima di 26 gradi si passa ad una massima di 32 gradi, costantemente tutto l'anno.
Fortunatamente non è la stagione delle pioggie (Novembre-Marzo) ma le pioggie e le nuvole qui sono frequentissime.
L'umidità non ti permette di sopportare il caldo afoso e ti bagna le mani. Una bottiglia di birra fredda appena comprata mi bagna i piedi con la condensa che si crea dopo appena 3 minuti.
Un dollaro di Singapore vale circa la metà di un euro. Basta quindi pensare ai dollari come alle vecchie lire e otteniamo tutto a metà prezzo.
E' forse legenda che a Singapore costi tutto molto meno. A parte il cibo, vestiti ed elettronica hanno prezzi molto simili a quelli europei. Nelle Food Court invece con circa 7 euro si riesce a fare un pranzo completo scegliendo tra numerosissime specialità tipiche indiane, cinesi, indonesiane e giapponesi, tutte preparate al momento.
La sera finiamo nella famosa Orchar Tower, caratterizzata da molti pub e locali in cui è presente il "divertimento sessuale" della città.
Qui comincio quasi ad innamorarmi dello stile e delle donne del sud est asiatico.

27 Aprile. Spiaggia di Singapore.
Le palme e la sabbia rendono il posto fantastico.
Verso l'orizzonte si intravedono anche qui numerose petroliere ferme. Forse anche per questo il mare non è dei più belli ma mi concedo un fantastico bagno che non facevo da ormai troppo tempo.
Tra un Mojito e un Maitai nella piscina di un locale in spiaggia, nonostante la crema protettiva alla birra la mia pelle brucia! (Forse perchè prendevo il sole tra le 12 e le 15 all'equatore?)
Visita al vecchio forte di Singapore in compagnia anche di Roberta, poi giro per Chinatown, un vero pezzo di Cina in città, e Little India, dove riusciamo a presenziare ad una processione indù in un tempio induista. In entrambi i quartieri gli odori di spezie sono intensissimi e la voglia di visitare un giorno quei paesi è enorme.
La sera fa buio presto. Già alle 18.30 il sole tramonta. Dopo un indimenticabile bagno in piscina in mezzo ai grattacieli, faccio un giro vicino l'Hard Rock Café e capendo poco e niente l'inglese, me ne vado a dormnire!

28 Aprile. Palau Ubin.
Vicino l'aeroporto Changi di Singapore, un battello ti porta a Palau Ubin, un'isola quasi deserta, abitata solo da poche persone che vivono di pesca o affittando biciclette ai turisti per girare l'isola, e con molti ristorantini tipici locali.
Non avevo mai visto così tanta pioggia cadere dal cielo in così poco tempo! Nell'arco di un'ora si abbattè su di noi un temporale che ci costrinse ad affittare un furgoncino per girare l'isola. Attraversando la giungla dell'isola e templi cinesi, dalla costa opposta al nostro arrivo riesco a vedere la Malesia.
L'isola è fantastica, le persone simpaticissime e accoglienti.
La lingua è un inglese poco comprensibile. In tutto il viaggio capirò soltanto poche parole.
Dopo una doccia e la visione di una preghierà indù in una delle capannine che si vedono spesso per strada e in cu isono presenti incenso e fiori, andiamo a fare un aperitivo in uno dei locali più alti al mondo. Dal 76° piano la vista è incredibile e sorseggiare un bicchiere di ottimo vino con quel panorama è da sogno.
Cena in un ristorantino spagnolo in un'area piena di locali notturni e dotata di aria condizionata nonostante ci si trovi all'aria aperta.
Dopo essere stato abbordato da parecchie prostitute presenti per strada si va a dormire.
Domani Bali e l'Indonesia!

Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 5 maggio 2009

Back From Singapore & Bali (Indonesia)

Tornato da un fantastico viaggio a Singapore e Bali, ho quasi steso le ultime pagine di un racconto durato 7 giorni e accompagnato da particolari e significative fotografie.
Presto quindi il mio viaggio probabilmente in 3 episodi (uno al giorno) e l'intero book fotografico sul mio profilo su Facebook.

STAY TUNED...

Foto by: Ale206 (Barca a Palau Ubin, Singapore, 2009)


Cosa ne pensi? Lascia un commento...