mercoledì 19 marzo 2008

Buon Compleanno Alessio

16 Marzo 2008,
Alessio compie un quarto di secolo!
Accipicchia! Sono già passati 25 anni!
Ciò significa che mi rimangono in teoria altri due quarti di secolo con l'opzione del terzo! Anche se dopo l'anno di Erasmus la cosa appare alquanto improbabile.
Come hai passato questi anni?
Diciamo che i primi anni non li ricordo bene, forse il mio ricordo più lontano è quello sul triciclo al Parco d'Orleans: avrò avuto circa 4 anni, facevo le gare contro gli altri bambini sui loro tricicli. Spesso c'erano scontri frontali e tra partite a calcio e sport vari tornavo a casa ogni giorno con una sbucciatura al ginocchio nuova.
Alle scuole elementari ero il più bravo. Suor Veronica, la mia maestra, dava una stellina per ogni miglior compito o interrogazione. Vinsi il primo premio per tre anni consecutivi.
Non persi mai un anno a scuola, ma ho abbondantemente recuperato all'università.
Ricordo i litigi con i miei genitori e le infinite passeggiate scappando di casa tornando la sera. Da qui forse il mio spirito vagabondo che mi ha portato a girare un pò il mondo.
Cambieresti qualcosa del tuo passato?
Mah. Forse cambierei soltanto il mio periodo di estrema timidezza, soprattutto nei confronti del genere femminile. Per il resto non posso assolutamente lamentarmi.
Aspettative per il futuro?
Finire questa infinita università e cominciare a lavorare per avere finalmente una vera indipendenza e una casa tutta mia. Continuare a coltivare le mie passioni per la fotografia, il cinema, lo sport, condividendole con qualche persona speciale.

Difficile raccontare 25 anni di vita.
Molto più facile dire dei miei ultimi tre giorni da ventiquattrenne passati con lo Special Guest Jaume dall'isola sbagliata (Sardegna) tra 500km di macchina in giro per Mondello, San Giuseppe, Piana degli Albanesi, Monreale e Cefalù; con la settima edizione del Caipiroska Party (il primo in assoluto da sobrio) tra il delirio di 250 persone; tra gli auguri dei migliori amici alla mezzanotte, inondato di messaggi e di bigliettini a sorpresa da parte di mia madre; concludendo con una bella domenica passata a Bosco Ficuzza ad arrostire.

Con due nuove magliette, un paio di slip nuovi, un nuovo particolare fiore di Tè, un gioco da tavola spettacolare sul cinema, una bellissimissima tartarughina peluche portafortuna, qualche dindino in più e in previsione dell'acquisto di un Mac, inizio questo mio secondo quarto di secolo dicendo solamente "Grazie infinite a tutti".


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

5 commenti:

Gabriello ha detto...

AUGURI ALE ;) Scusa se ultimamente sono un pò distaccato ma capisci bene che le donne, se nn ci stai dietro, ti rompono :D
BACIII

Valefugata ha detto...

ops.... scusa il ritardo ... ma AUGURISSIMIIIIIIIII!!!!!!!!!!

jenny ha detto...

aleeeeeeeeeeeeeeeee...foooorte...domande e risposte...cmq..hai dimenticato a scrivere una cosa importantissima..ovvero...ke hai conosciuto me!! :-D hehehehehehehe.tvbeneee.

karmél ha detto...

hola mitico ale sei un quarto di secolo vecchio pero un quarto di secolo speso piu che bene ,hai vissuto piu tu in 25 anni che molte persone che a 60 si accorgono di nn aver mai respirato un po di vita ,sono fiero di essere qui a scivere un commento su questo bloggo perche significa che ti ho conosciuto...percio auguroni e se queste sn le premesse..bhe!! credo che i prossimi 25 saranno mitici ,FÁ CHE SIA COSÍ,TE L'HO AUGURO SEMPRE AMIGO!!!
ps:passa a vedere il mio blog-www.sgarlatacarmelo.blogspot.com

ela ha detto...

oi Ale ti sono arrivati i miei auguri "falleri"???ci sei mancato a Valencia!
un bacio grande