Santa Cenerentola

(…) Cenerentola non era bella: era senza mutande!
Perchè questa, è la verità che non viene detta alle bambine per non scandalizzarle.
Hai mai visto che gli uccellini e i topolini che hanno fatto il vestito a Cenerentola gli abbiano fatto anche le mutande?
No!
Non ce le aveva!
E’ per questo che ha sedotto il principe!

(…) Ma cos’è precisamente, dal punto di vista psicologico, la seduzione?
E’ quella che normalmente noi chiamiamo libido.
Cioè la voglia sessuale.
Ciò che attrae gli uomini non è la bellezza delle donne ma la loro libido.
Una donna che trasmette libido è per qualsiasi uomo una donna bellissima.
Anche per quelli ricchi.
Una donna bellissima per le donne è invece una donna che, a seconda della moda, ha la quarta o la prima di seno, la cinquantaquattro o la trentasei di mutande, la pelle bianca o nera, piena di cicatrici o liscia, e così via.
(…) Ma cos’è precisamente la libido?
La libido umana corrisponde al calore degli animali. Noi abbiamo questo vantaggio, sugli animali: che possiamo andare in calore in qualsiasi momento.
Loro invece, poverini, soltanto una o due volte all’anno.
Andare in calore, per noi umani, è invece una questione di testa.
Basta pensarci.
Il problema è che tendiamo a non pensarci mai. Questa tendenza aumenta con la distanza dall’equatore.
All’equatore ci pensano sempre.
Sarà una questione di temperatura.
Infatti tutti consigliano di farlo in un posto caldo e riparato.
Al Polo Nord non ci pensano mai.
E’ per questo, che là non c’è nessuno.


(dal libro di Giulio Cesare Giacobbe – Come diventare bella, ricca e stronza)

2 thoughts on “Santa Cenerentola

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *