sabato 16 febbraio 2008

Santa Cenerentola

(...) Cenerentola non era bella: era senza mutande!
Perchè questa, è la verità che non viene detta alle bambine per non scandalizzarle.
Hai mai visto che gli uccellini e i topolini che hanno fatto il vestito a Cenerentola gli abbiano fatto anche le mutande?
No!
Non ce le aveva!
E' per questo che ha sedotto il principe!

(...) Ma cos'è precisamente, dal punto di vista psicologico, la seduzione?
E' quella che normalmente noi chiamiamo libido.
Cioè la voglia sessuale.
Ciò che attrae gli uomini non è la bellezza delle donne ma la loro libido.
Una donna che trasmette libido è per qualsiasi uomo una donna bellissima.
Anche per quelli ricchi.
Una donna bellissima per le donne è invece una donna che, a seconda della moda, ha la quarta o la prima di seno, la cinquantaquattro o la trentasei di mutande, la pelle bianca o nera, piena di cicatrici o liscia, e così via.
(...) Ma cos'è precisamente la libido?
La libido umana corrisponde al calore degli animali. Noi abbiamo questo vantaggio, sugli animali: che possiamo andare in calore in qualsiasi momento.
Loro invece, poverini, soltanto una o due volte all'anno.
Andare in calore, per noi umani, è invece una questione di testa.
Basta pensarci.
Il problema è che tendiamo a non pensarci mai. Questa tendenza aumenta con la distanza dall'equatore.
All'equatore ci pensano sempre.
Sarà una questione di temperatura.
Infatti tutti consigliano di farlo in un posto caldo e riparato.
Al Polo Nord non ci pensano mai.
E' per questo, che là non c'è nessuno.

(dal libro di Giulio Cesare Giacobbe - Come diventare bella, ricca e stronza)


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

giovedì 14 febbraio 2008

ma chi era San Valentino?

Sveglia alle 7.
Colazione.
Da casa di mio padre, dove ho dormito, torno a casa a piedi.
Ipod acceso e mille pensieri per la testa, di cui magari qualcuno più ricorrente degli altri.
Ascoltando Peter Frampton, Amy Winehouse, Estopa e Dire Straits, vivo quella passeggiata come proiettato in un film, o in un sogno.
Chissà se oggi sarà il mio primo vero San Valentino in compagnia di lei. Per varie combinazioni non ho mai passato un 14 febbraio con una ragazza a cui abbia veramente voluto bene.
Ma tra i tanti pensieri per la testa... chi era sto San Valentino?

Dall'ormai unica e inimitabile Wikipedia leggo che Valentino da Interamna, questo era il suo nome completo, non era nessuno in particolare!
Mi aspettavo qualche mega storia d'amore, qualche finale di passione, o magari qualche sparatoria finale stile American Film.
E invece, questo Valentino era un tranquillo Vescovo e martire che visse tra il 176 e il 273 a Roma. Già la data esclude il finale con la sparatoria. Mentre la città mi ricorda ovviamente il ponte dei catenacci, cioè il ponte Milvio, che non so per certo, ma immagino che in periodo di San Valentino sia pieno di coppiette in fila per poter legare il loro amore ad un catenaccio FAI o SILCA, sognando in stile Muccino e Scamarcio. Di recente anche NOI di Palermo abbiamo un qualcosa di simile con i catenacci: non è un ponte Milvio perchè non abbiamo un fiume degno di essere chiamato fiume, ma uno splendido moletto (perchè abbiamo il mare!) di fronte la piazza di Mondello dove simpatici ragazzini si sono divertiti a coprire le scritte sui catenacci dei dolcissimi fidanzatini con dei sinceri “SUCA” (parola comprensibile per chi ha seguito un corso base de “il Palermitano, storia e cultura”).
Ma tornando al nostro caro Valentino.. E' considerato patrono degli innamorati e della città di Terni (che si chiamava proprio Interamna). Patì il martirio anche per aver unito in matrimonio una giovane credente cristiana ed un legionario romano di religione pagana. Valentino contravvenne a quella che era la regola del tempo, ossia l'impossibilità di conciliare religioni diverse.
La festa di San Valentino venne istituita qualche secolo dopo la sua morte, nel 496, quando papa Gelasio I decise di sostituire alla festività pagana della fertilità una ispirata al messaggio d'amore diffuso dall'opera di San Valentino.
Credo che se fosse rimasta la festa pagana a quest'ora invece dei baci perugina ci regaleremmo tanti bei preservativi color argento con tante stelline blu.
Si narra che un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati.
Un'altra versione di questa leggenda narra che il santo sia riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci effusioni di affetto. Da questo episodio si crede possa derivare anche la diffusione dell'espressione piccioncini.

Ennesimo San Bacio Perugina (leggasi: San Valentino) da SINGLE tra lavoro, studio (in teoria) e stress vario ed eventuale.
Chissà, magari l'anno prossimo... (-7 a Milano, -11 a Valencia!)

(in foto: uniti per sempre, catenacci al Moletto di Mondello, Palermo)


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

mercoledì 13 febbraio 2008

cd del mese - Febbraio 2008 + Dicembre 2007

Febbraio 2008

Ac/Dc - Lime Wire
Coldplay - Don't Panic
Youssou N'Dour & Neneh Cherry - Seven Seconds
Paolo Conte - Wonderfull
U2 - The ground beneath her feet
Amy Winehouse - You know I'm no good
The Coral - Dreaming of you
Ben Harper - With my own two hands
Van Morrison - Brown eyed girl
Negrita - Sex
Ligabue - Cosa vuoi che sia
Santa Esmeralda - Don't let me be misunderstood
Coldplay - Clocks (Salsa remix - Buena Vista Social Club)
Blues Brothers - Green Onions
Adam Cohen - Cry Ophelia
Biagio Antonacci - Solo due parole
Lucio Battisti - La collina dei ciliegi
Ligabue - Giorno per giorno
Jovanotti - Fango
U2 - The first time

Dicembre 2007

Red Hot Chili Peppers - Can't Stop
Rolling Stones - Miss you
Gianna Nannini - Suicidio d'amore
Eros Ramazzotti feat. Anastacia - I belong to you
Duran Duran - Ordinary world
The last goodnight - Picture of you
Mika - Love today
The Rolling Stones - Anybody seen my baby
Mark Knopfler - What it is
Massive Attack & Portishead - Teardrop
Ligabue - Niente paura
Michael Bublé - Lost
Lenny Kravitz - I belong to you
Oasis - Don't go away
Avril Lavigne - Innocence
Tiziano Ferro - E fuori è buio
Ac/Dc - Hells Bells
Dream Theater - Through her eyes


Cosa ne pensi? Lascia un commento...

martedì 12 febbraio 2008

buon San Bacio Perugina a tutti...

Tra 9 giorni sarò in volo verso Milano e da lì dopo qualche giorno verso l'affezionatissima Valencia. Chissà come la troverò a distanza di mesi.
Chissà se veramente come dicono tutti, quando torni nella città dove hai vissuto un anno di erasmus, tutto è cambiato ed è diverso, seppur la città non abbia spostato un marciapiede e, nel caso di valencia, non siano scomparse nemmeno le Cucarachas (leggasi: scarafaggi).
Penso tanto a come deve essere un classico fine settimana a Milano. Penso molto differente da un classico fine settimana palermitano, soprattutto per il freddo, e penso anche che non so nemmeno dove andrò a dormire a Valencia!
Si, è una richiesta ufficiale di Ospitalità!

E intanto c'è chi si danna a cercar lavoro e per disperazione cambia blog, chi improvvisa i primi esami all'università con molta voglia di fare ma pochissima di studiare, chi cerca di partire, di organizzare viaggi, chi trasforma una casa in un ostello a pagamento...

Si avvicina San Valentino, grandissima festa commerciale.. Perchè dovremmo sentirci quasi obbligati a fare un regalo alla persona a cui vogliamo bene proprio in quel giorno? E perchè, soprattutto, il regalo consiste in un BACIO PERUGINA?
I negozi e i bar non vendono altro che quelli! Peluches, cuoricini, tubi, baci singoli, baci enormi... C'è chi per San Valentino cambia colore dell'insegna e la mette blu, con la scritta bianca, sennò il vecchio marrone stona con la vetrina!
Se voglio fare un regalo a chi voglio bene lo faccio come e quando voglio!
Soprattutto se a chi voglio bene non piacciono i baci perugina!

...BUON SAN BACIO PERUGINA A TUTTI...

(in foto: cuori di cioccolato)



Cosa ne pensi? Lascia un commento...

lunedì 4 febbraio 2008

un aggettivo?

Pensavo di dare un aggettivo a questi miei ultimi giorni di assenza dall'ultimo post, ma non sono riuscito a scegliere il più adatto.
Un esame andato alla perfezione tanto da meritare il mio primo trenta, un grandioso incontro che mi ha fatto conoscere una persona speciale, qualche minuto al Foro Italico rubato ad una giornata di studio, una domenica passata a Sciacca fotografando l'allegria e la simpatia dei bimbi vestiti da carnevale, fino a tornare io stesso bambino giocando a "un, due, tre, stella" ad Architettura con chi ancora, ogni tanto, riesce ad essere "piccolo" quanto me.
Adesso quasi pronto per il prossimo esame di giovedi, poi un pò più di libertà sperando di passare i prossimi giorni prima della mia settimana tra Milano e Valencia con ancora più spensieratezza, allegria e, magari, un pizzico in più di solletico......!

Colonna sonora: U2 - The Ground Beneath her feet


Cosa ne pensi? Lascia un commento...